'Di medioevo in medioevo', proseguono gli incontri della Società Storica della Valdelsa

Nel contesto delle attività culturali programmate per il 2018 prosegue il ciclo di incontri 'Di medioevo in medioevo', volto ad illustrare aspetti storici e reinventati dell'età di mezzo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

"Il salterio di San Michele a Marturi. Un monumento della Valdelsa". E' questo il titolo della nuova conferenza a cura della Società Storica della Valdelsa. Nel contesto delle attività culturali programmate per il 2018 prosegue infatti il ciclo di incontri "Di medioevo in medioevo", volto ad illustrare aspetti storici e reinventati dell'età di mezzo. Il progetto in questa prima fase riguarda proprio l'approfondimento del Castello di Badia considerato sia nei valori dell'edificio attuale, ispirato ai dettami dell'architettura neogotica, che come retaggio dell'Abbazia di San Michele Arcangelo a Marturi e delle manifestazioni culturali che ne furono espressione.

Dopo il primo appuntamento che si è svolto a gennaio si prosegue sabato 10 marzo all'Accabì (sala conferenze, ore 16.30) con la dottoressa Nicoletta Matteuzzi, storica dell'arte, che dedicherà il proprio intervento al salterio dell'Abbazia di San Michele Arcangelo a Marturi. Durante la conferenza verranno proiettate 12 bellissime miniature a colori del salterio.

La Società Storica della Valdelsa si occupa di studiare e divulgare a livello scientifico argomenti di carattere territoriale e generale inerenti alla storia, all'archeologia, all'arte alle scienze sociali, tramite l'intervento di studiosi e specialisti, ai fini della valorizzazione culturale e della promozione umana.

Il ciclo di conferenze si svolge con il patrocinio del Comune. 

Pubblicato il 6 marzo 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su