Vivaio Il Roseto

Matteo Pelliti presenta le sue poesie

L'iniziativa è organizzata dall'associazione La Scintilla e Olivia libreria bistrot

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

"Il libro di Matteo Pelliti è pieno di cose, come certe scatole magiche che non finiscono di sorprendere, di divertire e di interrogare". E' così che Fabio Pusterla parla di Dire il colore esatto di Matteo Pelliti (Sossella editore), che sarà presentato domani, sabato 11 gennaio, alla presenza dell'autore a Poggibonsi. L'appuntamento è alle ore 17.30 presso Olivia libreria bistrot (Via Gallurì, 38). A conversare con l'autore ci sarà Luca Lenzini; coordina Dario Ceccherini

L'iniziativa è organizzata dall'associazione La Scintilla e Olivia libreria bistrot in collaborazione con l'associazione Amici di Romano Bilenchi, ad ingresso gratuito. Prima dell'incontro, l'autore terrà un laboratorio di lettura e scrittura dal titolo "Tracce: esercizi di smarrimento", che mira a raccogliere le cose che abbiamo sotto gli occhi tutti giorni e a raccontarle. 

Il libro

Raccolta di testi poetici scritti tra il 2007 e il 2019 in maggior parte inediti e in parte collaudati in occasioni diverse (in antologie, in riviste online, sul blog dell'autore, in letture pubbliche o in precedenti edizioni raccolte in volume). Il libro rappresenta il tentativo di restituire esattezza alla parole per aumentare la loro presa di comprensione del presente, come smascheramento dell'assurdità del reale, attraverso le forme della poesia. Prefazione di Fabio Pusterla.

L'autore

Matteo Pelliti è nato a Sarzana nel 1972 e vive a Pisa, dove si è laureato in Filosofia. Ha pubblicato alcune raccolte di poesie, l’ultima del 2015 “Dal corpo abitato” (Luca Sossella editore) illustrazioni di Guido Scarabottolo e cd audio con Simone Cristicchi, cantautore col quale collabora stabilmente dal 2005. Nel 2016 alcune poesie sono state pubblicate nell’Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea n. 4 (Raffaelli Editore). Nel 2017 ha vinto la decima edizione del concorso di poesia di Tapirulan (i testi sono nell’antologia del premio “Charlas“) e ha pubblicato il saggio “La musica di Wittgenstein” (nel volume de “L’ospite ingrato” Nuova serie, n. 4, “L’esperienza della musica”, a cura di Luca Lenzini e Marco Gatto, Quodlibet). Nel 2018 ha pubblicato la fiaba in ottava rima “La bicicletta gialla” (Topipittori) con le illustrazioni di Riccardo Guasco, pubblicata nel 2019 anche in edizione spagnola, La bicicleta amarilla, Liana Editorial. A ottobre 2019 è uscito il suo più recente libro di poesie, Dire il colore esatto, (Luca Sossella Editore) con la prefazione di Fabio Pusterla e i disegni di Guido Scarabottolo. Alcuni suoi racconti sono presenti in antologie (Ultima spiaggia, ETS 2004; Caffè ristoro, ETS 2006; Pisanthology, Giulio Perrone Editore 2007). Nel 2013 ha preso parte all’antologia “Sosteneva Tabucchi” (Felici Editore) a cura di Luca Ricci. Nel 2016 ha preso parte all’antologia di racconti illustrati AZ (Tapirulan).

Nella foto l'immagine di copertina di Guido Scarabottolo

Pubblicato il 10 gennaio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su