"Festa Insieme" all'insegna dello sport, del volontariato, dell'agricoltura, dell’associazionismo e della memoria

Domenica 6 settembre iniziative per tutte le età: dimostrazioni di varie discipline sportive, antichi mestieri e rievocazione lavori di campagna, prevenzione e mostra fotografica 'Vecchia scuola mia'

 CASTELFIORENTINO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una festa all’insegna della promozione dell’attività sportiva e della prevenzione; dell’agricoltura, dell’associazionismo e della memoria. E’ questo lo spirito di “Festa Insieme”, appuntamento di fine estate che si tiene ogni anno nell’area parco di viale Roosevelt, e che si svolgerà nel pomeriggio di domenica 6 settembre. Organizzata dalla Polisportiva I’Giglio, dalla Pro Loco, dall’AVIS e dall’”Associazione Agricoltori Castelfiorentino” (con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino) “Festa Insieme” si presenta anche quest’anno con un programma ricco e diversificato, declinato con una serie di iniziative e stand all’aperto nel pieno rispetto delle misure di distanziamento sociale e di sicurezza (Covid 19).

Confermata la location nell’area parco di viale Roosevelt, dove a partire dalle 16.00 saranno aperti gli stand delle associazioni, con numerose attività ed eventi per tutte le età. La Polisportiva I’Giglio, che comprende varie discipline quali atletica leggera, karate e difesa personale, kickboxing, boxe, tiro alla fune, trekking, calcetto femminile, ginnastica artistica, podismo, bocce, tennis e river trophy, organizzerà alcune esibizioni con la possibilità di provare alcune discipline sportive. L’Associazione Agricoltori darà vita a una vera e propria “Festa sull’aia” con dimostrazione di antichi mestieri (cestaio, battitura con il correggiato) la rievocazione dei lavori di campagna, giochi di una volta con i bambini (salto con la corda, giro con il trattorino). Sarà presente in via del tutto straordinaria il famoso “Vaporino” (locomobile a vapore del 1925), recentemente acquistato dall’associazione, grazie al quale sarà messa in opera la “battitura del granturco” con la mietitrebbia a fermo.

Al riparo di una tensostruttura, si svolgerà la mostra “Vecchia scuola mia” dell'associazione “Sei di Castelfiorentino se..” e curata da Alessandro Verdiani, dedicata alla storia della scuola elementare di Castelfiorentino, con centinaia di foto inedite, piccoli aneddoti, testimonianze. In tale occasione sarà allestito anche un piccolo set dal Gruppo Fotografico “Giglio Rosso” nel quale le persone potranno farsi fotografare per poi avere la gioia di rivedersi in un secondo momento in un fotomontaggio in grado  di immortalare i due momenti della loro vita (a scuola e in età adulta). Sarà inoltre presente l’Avis Castelfiorentino, che allestirà una postazione per richiamare l’attenzione sull’importanza di donare sangue e plasma. 

Da sottolineare, infine, le iniziative di prevenzione e soccorso: “preveniamo insieme”, a cura della Protezione civile (Prociv Arci), suggerimenti e consigli su come comportarsi in caso di emergenza, e quella della Misericordia di Castelfiorentino che effettuerà una simulazione di soccorso su incidente stradale e su arresto cardio-resporatorio con utilizzo di dispositivi DAE (Defibrillatori Semiautomatici Esterni). La RAV effettuerà infine una simulazione attività radio di supporto in caso di emergenza/attività sportiva. Per i più golosi, non mancherà naturalmente l’area ristoro con tante prelibatezze, dolci e salate. Nel dopocena (ore 21.30) l’Auser organizzerà infine una grande tombola che suggellerà la chiusura della stagione estiva. Considerato il periodo particolarmente delicato per il tessuto economico e commerciale, il comitato organizzatore di “Festa Insieme” ha deciso quest’anno di non ricorrere agli sponsor, ma di ridurre al minimo le spese. “Ci hanno sempre sostenuto – fanno sapere – e quindi li ringraziamo esprimendo tutta la nostra vicinanza e la nostra solidarietà, aspettandoli alla festa”.

“Con “Festa Insieme” - sottolinea il Sindaco Alessio Falorni – inauguriamo un mese particolarmente ricco di eventi, rigorosamente all’aperto come viene suggerito anche dal comportamento prudente che siamo tenuti a mantenere al fine di contenere i contagi. Una festa che è da sempre caratterizzante per il DNA della nostra Comunità, i cui elementi fondanti sono l’associazionismo, il volontariato, lo sport, la solidarietà. Un patrimonio di relazioni e di valori, costruito dalle persone e dallo spirito di servizio che mai è venuto meno nei momenti di difficoltà, ma che sa farsi sentire anche quando si tratta di realizzare iniziative il cui scopo è soprattutto quello di stare insieme, divertirsi, e nel contempo approfittarne per imparare qualcosa in tema di prevenzione o magari richiamare qualche aspetto inedito della nostra storia”.

Potrebbe interessarti anche: Aggredisce la fidanza e vandalizza l'ingresso della Stazione dei Carabinieri

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 2 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su