'Teatro al Popolo': secondo appuntamento con il Trio Trioche

Uno spettacolo comico-musicale, in cui la caratterizzazione dei personaggi si unisce alla musica lirica e agli episodi esilaranti di cui è protagonista il trio

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Il Teatro al Popolo: teatro fuori dal teatro, la prima rassegna di teatro estivo, promossa dalla Fondazione Teatro del Popolo, dal Comune di Castelfiorentino, dalla Banca Cambiano 1884 S.p.A, da Giallo Mare Minimal Teatro e con il patrocinio della Regione Toscana, ha ottenuto un grandissimo successo per il debutto di mercoledì scorso con lo spettacolo di Maria Cassi.

Successo che si ripeterà mercoledì 24 luglio per il secondo appuntamento dei tre previsti della rassegna: sul palco salirà il Trio Trioche con lo spettacolo Troppe arie, da un’idea di Rita Pelusio, con Nicanor Cancellieri al flauto traverso, Franca Pampaloni al pianoforte e Irene Geninatti Chiolero soprano lirica. Uno spettacolo comico-musicale, in cui la caratterizzazione dei personaggi si unisce alla musica lirica e agli episodi esilaranti di cui è protagonista il trio.

Lo spettacolo ha vinto il premio surPrize 2015 - concorso cabarettistico del  Piccolo Teatro Carambolage di Bolzano

Una vecchia zia, dal glorioso passato nella musica, gira i palchi dei teatri di tutto il mondo in coppia con il nipote, talento in erba. Quindi è un duo?  No, perché c’è anche Norma, la giovane badante della vecchia zia, che li travolge con la sua passione per la lirica costringendoli ad abbandonare il repertorio classico.
Le arie d’opera più famose vengono interpretate in modo bizzarro e divertente, accompagnate dal pianoforte, dal flauto e dai mille oggetti che Norma s’inventerà di suonare.
Tra musica classica e virtuosismi, gioco di ritmi e gags, Troppe Arie coinvolge il pubblico con tutta la sua potenza di spettacolo clownesco.

E il gran finale mercoledì 31 luglio con Paolo Hendel in Recital, scritto da Paolo Hendel e Marco Vicari, musica dal vivo con Alessandro Bruno alla chitarra, violino, flauto, sax e mandolino.

Il monologo mette insieme brani di repertorio di  Hendel con nuovi pezzi scritti in questi ultimi anni, ispirati all’attualità. Ancora una volta si indaga sull’uomo e sulle sue contraddizioni, le sue debolezze e le sue paure.

I negozi del centro di Castelfiorentino saranno aperti.

L’inizio degli spettacoli è alle 22.00, l’ingresso è libero.

Per informazioni Teatro del Popolo 0571 633482 e Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629-83758, info@giallomare.it.

Pubblicato il 22 luglio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su