'Visioni in Movimento': torna la scuola di cinema lungo la via Francigena

È stata lanciata la call a cui potranno rispondere giovani autori europei e del bacino mediterraneo tra i 18 ed i 30 anni che hanno un'idea da sviluppare sul tema del cammino e dell'itinerario della strada francigena. Durante il periodo di residenza poi saranno organizzati incontri, laboratori e lezioni per formare i due autori residenti (aperti comunque al pubblico) su come si racconta un territorio e si produce un film 'in cammino'.

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La via Francigena incubatore artistico e cinematografico. È questo il senso del progetto "Visioni in Movimento" che Visionaria (Siena) ha lanciato anche per l'estate 2018: una residenza artistica e formativa per due giovani filmmaker europei che avranno la possibilità di produrre il proprio lavoro dedicato appunto alla via Francigena e più in generale all'esperienza ed al senso dei cammini ed ai grandi itinerari europei.

È stata lanciata la call a cui potranno rispondere giovani autori europei e del bacino mediterraneo tra i 18 ed i 30 anni che hanno un'idea da sviluppare sul tema del cammino e dell'itinerario della strada francigena. Durante il periodo di residenza poi saranno organizzati incontri, laboratori e lezioni per formare i due autori residenti (aperti comunque al pubblico) su come si racconta un territorio e si produce un film "in cammino". Questa edizione di "Visioni in movimento" è organizzata da Visionaria con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi e del Comune di San Gimignano, in collaborazione con le associazioni Culture Attive (San Gimignano), Mattador (Trieste), comune di Monteroni d'Arbia, la casa di produzione Kiné, Santa Maria della Scala di Siena, Torre e Casa Campatelli - Fai di San Gimignano e Santa Chiara Lab dell'Università di Siena. Il progetto prenderà il via il 18 agosto, quando gli organizzatori ospiteranno due giovani autori nel tratto di via Francigena che unisce San Gimignano e San Quirico d'Orcia con l'intento di far loro sviluppare il proprio progetto e produrre due brevi film che diano uno sguardo autoriale e personale sul cammino.

«Il modo migliore per raccontare un mondo è quello di mostrarlo - spiegano gli organizzatori - il modo migliore per raccontarlo è farlo fare da chi non appartiene a quella cultura e ci entra in contatto per la prima volta producendone un racconto di viaggio su quel che vede attorno a sé e sul significato soggettivo e profondo del cammino. Ma soprattutto la parte innovativa sta nella formazione che sarà fatta in maniera itinerante, senza mai fermarsi, in un continuo scambio di esperienze ed idee tra i due giovani autori in formazione ed i loro tutor, tutti professionisti del mondo del cinema».

Visioni in Movimento è nato nel 2017 ed ha coperto il percorso da San Gimignano a Siena producendo i primi due film dedicati alla via Francigena, nell'aprile 2018 poi si è svolta la seconda edizione, in Friuli Venezia Giulia, lungo un itinerario che unisce Trieste ad Aquileia. Adesso si torna sulla Francigena per la terza edizione.

«Il nostro progetto guarda poi al futuro. Ogni anno selezioneremo due autori tramite una call pubblica ed i prescelti saranno ospitati lungo percorsi ed itinerari sempre diversi, dove potranno elaborare il loro progetto e produrlo. Durante la loro permanenza sul territorio parteciperanno a laboratori, summer school e incontri aperti anche alla cittadinanza, dove potranno lavorare sul loro soggetto, confrontarsi con professionisti, con i loro personali tutor del progetto e con gli altri partecipanti oltre che percorrere i chilometri su percorsi affascinanti ed incontaminati che - come nel caso della Francigena - ospitano da millenni camminatori e pellegrini, immersi tra boschi, campi, fiumi e borghi incantati».

Per partecipare alla selezione basta avere l'età compresa tra i 18 ed i 30 anni ed essere cittadini europei o dei paesi che si affacciano sul mar Mediterraneo. Sarà sufficiente inviare il proprio progetto alla mail francigena.visionaria@gmail.com, il testo completo del bando è a disposizione di tutti gli interessati nei siti delle due associazioni: www.visionaria.eu.

La residenza sarà divisa in un periodo di formazione, un periodo di cammino lungo il tratto della via Francigena tra San Gimignano e San Quirico, un pitch con i produttori e tutor in cui gli autori rielaboreranno il loro progetto per poi entrare nella fase produttiva. La post produzione sarà svolta presso le residenze dei vincitori ma ancora in costante contatto con i tutor. I film finiti saranno presentati durante il Visionaria Film Festival che si terrà a novembre a San Gimignano e Poggibonsi (Siena).

I curatori di Visioni in Movimento sono Giuseppe Gori Savellini e Giulio Kirchmayr ed il direttore è il regista Matteo Oleotto, nei prossimi giorni saranno svelati i nomi dei professionisti del cinema che saranno gli speciali tutor di questa edizione.

"Visioni in Movimento - il racconto contemporaneo dei cammini europei" è ideato dalle associazioni Visionaria (Siena) e Mattador (Trieste). Questa edizione di "Visioni in movimento" è organizzata dall'associazione Culturale Visionaria (Siena) con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi e del Comune di San Gimignano in collaborazione con le associazioni Culture Attive (San Gimignano), Mattador (Trieste), comune di Monteroni d'Arbia, la casa di produzione Kiné, Santa Maria della Scala di Siena, Torre e Casa Campatelli - Fai di San Gimignano e Santa Chiara Lab dell'Università di Siena.

Pubblicato il 19 giugno 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su