Vivaio Il Roseto

21 e 22 luglio: due straordinari appuntamenti al Castello di Monteriggioni con Dandy Bestia e i Diaframma

Prosegue il lungo e nutrito calendario di eventi estivi monteriggionesi

 MONTERIGGIONI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Prosegue il lungo e nutrito calendario di eventi estivi monteriggionesi frutto di una consolidata cooperazione tra Comune di Monteriggioni, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, Monteriggioni AD 1213, Associazione Amici del Castello di Monteriggioni, Associazione La Scintilla, con due vere icone generazionali.

Il 21 luglio, in due appuntamenti a seguire, Fabio Testoni, il leggendario Dandy Bestia chitarrista degli Skiantos, racconterà e suonerà la musica di uno dei gruppi seminali del punk italiano e della musica così detta demenziale e con il loro stile, ironico e irriverente; band che ha ispirato tantissimi artisti come Luca Carboni, Elio e le Storie Tese, Vasco Rossi, tanto per citare i più illustri. In piazza Primo Maggio, al Castello di Monteriggioni, alle ore 18.30, si terrà l’osteria letteraria “Io sono uno skianto. La fantabiografia di Dandy Bestia” intervistato da Gianni Rubolino, dove tra i tanti aneddoti ripercorrerà i principali eventi della sua vita, parlerà del movimento del ‘77, dei retroscena dei concerti della band bolognese, sulla nascita di alcune tracce musicali che hanno segnato intere generazioni sino ai nostri giorni, del suo rapporto con Freak Antoni, leader storico e indiscusso degli Skiantos. In piazza Dante Alighieri, alle ore 21.15, Dandy Bestia, ripercorrerà in una lunga cavalcata musicale la storia degli Skiantos raccontando, suonando e cantando; un appuntamento imperdibile su una parte fondamentale della storia moderna della musica italiana. Una band ormai nella leggenda.

Venerdì 22 luglio, ancora in piazza Dante Alighieri, alle ore 21.15, altro appuntamento imperdibile con il concerto dei Diaframma, una delle leggende della musica alternativa italiana. Storica band fiorentina nata sul finire degli anni ’70 primi ’80 e da allora ha segnato la storia del rock italiano tanto che Siberia, l’album più famo dei Diaframma, è al settimo posto nella classifica di Rolling Stone tra i cento migliori dischi italiani. Sonorità che si muovono tra il post punk e la dark-new wave, testi che hanno forgiato intere generazioni di fan, i Diaframma si presentano a Monteriggioni, attesissimi, per uno spettacolo figlio più che legittimo dell’arte e dell’anima.

Come scrive Rockit, la band nel tempo è diventata un alter ego dello stesso Fiumani, abbandonata l'estetica oscura per una dimensione più intima, confidenziale e provinciale, il suono dei Diaframma è diventato più mediterraneo, un vero esempio di rock italiano senza gli orpelli tipici: niente assoli da chitarrista macho, niente frasi retoriche ma una sincerità disarmante, abrasiva, che fa bene e male insieme”. Alcune curiosità: la canzone "Libra" è citata nel famoso romanzo di Enrico Brizzi "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" (nella sua versione live con riferimenti alla voce di Federico Fiumani; il disco "Il Dono" è un tributo che vari artisti indipendenti italiani hanno fatto ai Diaframma; un documentario dal titolo “Federico Fiumani di queste distanze” è stato girato dal regista Flavio Sciolè nel 2006. “Ora” è il loro ventunesimo album uscito a fine aprile di questo anno; Fiumani, icona nel mondo underground, torna a raccontare le sue storie con la carica e la sincerità che lo rendono unico e hanno reso i suoi Diaframma la band più longeva della scena indipendente italiana. Info e prenotazioni: +39 0577 304834; info@monteriggioniturismo.it

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Allo Zecchino d'Oro anche Benedetta di Cerreto Guidi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 19 luglio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su