66enne coltivava trenta piante di marijuana in un terreno di sua proprietà

L'uomo è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Siena

 PROVINCIA DI SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Non è riuscito a raccogliere tutti i “frutti” del suo lavoro, a causa dell’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Montepulciano e della locale Stazione Carabinieri Forestali, una persona con precedenti giudiziari, abitante a Sinalunga che aveva, favorito dalla presenza di folta vegetazione e della zona isolata, provveduto a coltivare circa una trentina di piante di Cannabis in un terreno di sua proprietà.

La piena conoscenza ed il controllo del territorio da parte dei Carabinieri Forestali e l’assodata sinergia con i colleghi della “Territoriale” ha consentito anche questa volta di agire prima che le piante fossero raccolte, essiccate e poi messe sul mercato. Osservazioni ed appiattamenti organizzati hanno dato il loro risultato, il sessantaseienne è stato sorpreso ad accudire le piante nel proprio terreno situato ai confini di territorio fra Torrita di Siena e Trequanda, appezzamento incolto ed isolato che aveva attrezzato per la coltivazione degli esemplari utilizzando concimi e manufatti per l’innaffiamento, rinvenuti sul posto.

A seguito di ulteriore perquisizione nell’abitazione del fermato è stato ritrovato ulteriore stupefacente quasi pronto per il consumo, bilancini di precisone oltre ad una quantità di semi e materiali utili ad impiantare ulteriori piantagioni. Presente inoltre una “nursery” collocata all’interno per l’accrescimento delle nuove piantine. Pertanto, l’uomo veniva tratto in arresto e posto ai domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Siena.

Potrebbe interessarti anche: Sorpreso un 20enne in possesso di marijuana e hashish

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 16 settembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su