A Mensanello arriva la seconda edizione del Maff: musica, arte e cibo

«Grazie anche all'ottima riuscita dello scorso anno, siamo tornati per valorizzare l'artigianato locale, il cibo a km 0 e la buona musica», ha detto il proprietario Neri Roncucci

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Dopo il successo della prima edizione, torna domenica 9 giugno il "Mensanello Arts & Food Festival" all'interno dell'antico borgo della Tenuta di Mensanello a Colle di Val d'Elsa. Gli ospiti, a partire dalle 10.00 di mattina, saranno accolti dal mercatino di produttori agricoli, artigiani e artisti della zona. 

Ci saranno seminari legati alla creazione di oggetti, al benessere, al cibo ed al divertimento dei più piccoli. Infatti, dalle 10.00, inizierà il laboratorio di maglia a cura dell'attività "Sul filo di lana" di Poggibonsi. Alle 10.30 Valeria Bonelli, insegnante di yoga presso "Rejoyce yoga", terrà la prima lezione di yoga della giornata, mentre il secondo momento dedicato alla disciplina indiana, sarà curato dagli insegnanti della palestra 7life Sport&Fitness, dalle 18.00 alle 19.00. Nel primo pomeriggio partiranno le attività dedicate ai bambini: «Anche questo anno, dalle 15.00, ci saranno il laboratorio creativo della cooperativa sociale ''Valle del Sole'' di Casole e il laboratorio di musica a cura dell'associazione ''Mosaico''. Saranno presenti anche quest'anno Chimena Filippetti, con un corso sulla stampa botanica, e Claudia Scarpaleggia, con un seminario sui cosmetici fai da te. 

Durante tutto il giorno sarà possibile mangiare e bere grazie ai panini e ai prodotti della Tenuta di Mensanello e, alle 16.30 e poi alle 18.00, si terranno due degustazioni guidate con i vini della Tenuta. Dalle 19.30, inoltre, nella zona ristorante, ci sarà l'apericena. A far ballare gli ospiti, si esibiranno nella zona dell'aia gli "Ospiti Autorizzati", giovane gruppo valdelsano e, a seguire e chiudere la giornata di festa, i "Cul de Sac", band piombinese che propone successi di epoche e generi diversi modificandone l'atmosfera con contaminazioni psichedeliche.

«Grazie anche all'ottima riuscita dello scorso anno, siamo tornati per valorizzare l'artigianato locale, il cibo a km 0 e la buona musica», ha detto il proprietario Neri Roncucci.

Pubblicato il 8 giugno 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su