Lamm Lavorazioni Metalliche

A Poggibonsi la decima edizione dell'Atlante delle guerre e dei conflitti nel mondo

Giovedì 24 febbraio è in programma la presentazione con la giornalista Alice Pistolesi

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Accoglienza, immigrazione e diritti umani. Questi i temi al centro dell’iniziativa in programma giovedì 24 febbraio, alle ore 16.30, all’Accabi - Hospital Burresi di Poggibonsi. Ospite della serata la giornalista Alice Pistolesi che presenterà per l’occasione la decima edizione dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo.

L’appuntamento, promosso da Società della Salute Valdelsa e Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa in collaborazione con Arci, offrirà l’occasione per presentare l’organizzazione e i contenuti del nuovo progetto SAI - Sistema di accoglienza e integrazione, portato avanti in provincia di Siena.

L’evento si aprirà con i saluti istituzionali di Alessandro Donati, Presidente della Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa; Biancamaria Rossi, Direttore della Società della Salute Alta Valdelsa e Simone Ferretti di ARCI. Seguirà la presentazione del volume e l’intervento della giornalista Alice Pistolesi. Giunto alla sua X edizione grazie anche ad una raccolta fondi di straordinario successo, l’Atlante delle Guerre, redatto dall'Associazione culturale “46° Parallelo”, soddisfa da oltre dieci anni la curiosità di lettrici e lettori, grazie ai suoi approfondimenti, ai fotoreportage di fotografi di fama mondiale, alle mappe illustrative e alle famose “schede conflitto”. L’evento potrà essere seguito in tempo reale anche collegandosi alla pagina Facebook della Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa.

ll Sistema di accoglienza e integrazione SAI è costituito dalla rete degli enti locali che per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. A livello territoriale gli enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di accoglienza integrata che, oltre ad assicurare servizi di vitto e alloggio, prevedono in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

Potrebbe interessarti anche: Il San Giovanni Bosco di Colle di Val d'Elsa in finale al Green Game Digital, il campionato nazionale sul riciclo 

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 16 febbraio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su