Diba '70 shop San Gimignano

Abbandono rifiuti, intervento nell'area Il Torrino: oltre 600 chili di indifferenziato

Per l'operazione sono stati impiegati mezzi meccanici trattandosi di ripulitura di un fossato e una scarpata con profondità di oltre 4 metri

 EMPOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Intervento impegnativo quello effettuato nei giorni scorsi dal personale di Alia Servizi Ambientali spa, per rimuovere un accumulo di rifiuti abbandonati in un’area attenzionata da tempo e di grande pregio naturalistico. La zona interessata è Il Torrino nei pressi della Torre dei Sogni.

Per la rimozione dell’ingente quantitativo di rifiuti, il personale Alia, ha impiegato mezzi meccanici dal momento che la discarica a cielo aperto si trovava in un fossato laterale alla strada di accesso al Torrino a una profondità di 3-4 metri; altri rifiuti sono stati recuperati in fondo ad un’altra scarpata a una profondità maggiore, sempre lungo via del Poggiale. Tra i materiali rinvenuti una carcassa di frigorifero, un congelatore ed altri ingombranti, oltre a circa 600 chili di rifiuti misti indifferenziati.

L’impegno dell’amministrazione comunale, del personale che Alia mette in campo, degli agenti della Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa, è continuo e non si ferma.

Nel ringraziare tutti gli addetti ai lavori coinvolti in questa operazione di attività ambientale sul territorio, di non facile esecuzione, l’assessore all’ambiente del Comune di Empoli, ha affermato che all’ennesimo, tangibile, segno dell’inciviltà, l’attenzione sarà sempre maggiore grazie anche alla collaborazione di Alia e della Polizia Municipale e alle preziose segnalazioni dei cittadini. Per questo l’assessore ha rinnovato l’appello a unire le forze contro questo fenomeno che speriamo si riduca al più presto.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Cos'è e come funziona il follow-up dopo la diagnosi e la cura del tumore al seno

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 22 aprile 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su