Addio a Piero Burresi, storico imprenditore poggibonsese e tifoso giallorosso

Se ne va una pietra miliare della storia di Poggibonsi e della Val d'Elsa. Nel 1958 fondò insieme ad Enzo Bianchi l'Electra. Il sindaco Bussagli: ''Piero rappresenta un pezzo della storia recente della nostra città''

 PIERBRUNO BURRESI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Era il luglio del 1958 quando Pierbruno Burresi ed Enzo Bianchi fondarono una piccola impresa artigiana che chiamarono Electra. Il loro capitale sociale era composto da due scale e due borse di arnesi. La sede di quella piccola impresa si trovava in vicolo delle Chiavi, a Poggibonsi. Negli anni si aggiunsero altri dipendenti e così l'azienda si dovette trasferire in locali più ampi.

Successivamente, l'azienda iniziò a dedicarsi al commercio di materiali e di motori elettrici. E fu così che nacquero due aziende diverse: l'Electra Impianti e la Radioelectra.

Piero Burresi, al secolo Pierbruno, è scomparso nella mattinata di oggi 12 maggio in seguito ad un incidente stradale. Di lui si ricorda di certo l'attività imprenditoriale; protagonista del boom economico valdelsano, è stato capace di costruire un vero e proprio impero. E poi quella sua profonda passione per il Leone ed i colori giallorossi di cui fu sempre fedele sostenitore anche se non ricoprì incarichi presidenziali fu sempre un punto di riferimento per la società. Imprenditore mecenate: si può dire anche questo di Piero Burresi, per il suo contributo nella realizzazione dei restauri degli affreschi di San Lucchese.

"Piero rappresenta un pezzo della storia recente della nostra città. Fondatore dell'Electra, nata come piccola impresa artigianale, cresciuta e diventata nel corso di questi decenni una delle più importanti realtà del nostro territorio. Uno spirito imprenditoriale autentico sempre attento alla nostra comunità verso cui ha saputo rivolgere attenzioni e azioni - lo ha ricordato il sindaco di Poggibonsi David Bussagli - dallo sport alla cultura alle tante iniziative sociali che ha voluto in tanti anni accompagnare e sostenere. Una persona mite e discreta. A Francesco, alla sua famiglia, ai suoi collaboratori l'abbraccio sentito della nostra città".

Stefano Calvani

Potrebbe interessarti anche: Il Poggibonsi calcio: ''Profondo cordoglio per la scomparsa di Piero Burresi''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su