Al Politeama il mediometraggio "A colori" del poggibonsese Francesco Rossi

Mercoledì 28 giugno, al Cinema Politeama di Poggibonsi, sarà proiettata la prima del mediometraggio "A Colori" scritto e diretto da Francesco Rossi. Il film è stato prodotto, in maniera indipendente, dallo stesso Francesco Rossi insieme a Mattia De Santis, che è anche il responsabile della post-produzione del progetto

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Mercoledì 28 giugno, alle 20.30, al Cinema Politeama di Poggibonsi, sarà proiettata la prima del mediometraggio "A Colori" scritto e diretto da Francesco Rossi. Il film è stato prodotto, in maniera indipendente, dallo stesso Francesco Rossi insieme a Mattia De Santis, che è anche il responsabile della post-produzione del progetto. I due ragazzi, entrambi classe 1994, poggibonsese il primo, senese il secondo, hanno entrambi frequentato la Scuola Nazionale di Cinema Indipendente di Firenze. 

Ad accompagnarli in questa avventura una troupe under 30 con elementi provenienti da tutta Italia, ma tutti quanti con un passato nella scuola fiorentina. «A Colori è girato tra Poggibonsi, Firenze e Colle Val d’Elsa, grazie anche al sostegno di aziende come Rooftop Club Siena, Radio Rosa e al Comune di Poggibonsi che ha messo a disposizione le aule scolastiche e la biblioteca comunale - spiega il regista Francesco Rossi-. Un sentito ringraziamento va pure alla Fondazione Elsa, in particolar modo a Mario Lorini, per la concessione e l’ospitalità presso la loro struttura del Cinema Politeama. Si tratta di un primo grande passo per un gruppo di ragazzi under 30 che si apprestano a diventare i professionisti di domani del mondo del cinema».

Il film "A Colori", della durata di 35 minuti, parla di una ragazza troppo succube del giudizio degli altri, soprattutto sul suo futuro, che però un giorno decide di ribellarsi e provare a seguire la propria strada, ovvero quello di diventare una pittrice. Tutto questo la metterà in difficili situazioni con le amiche superficiali, con i parenti boriosi e soprattutto con il padre, che riesce a vederla solo come una dottoressa. Il film affronta il tema dell’autodeterminazione artistica in maniera decisa ma a tratti grottesca, cercando di dare un forte messaggio di speranza ai più giovani sul loro futuro, cercando allo stesso tempo di far riflettere su tutto questo gli adulti di oggi

Il cast - La protagonista della storia è Emma Ghiurghi, attrice romana, classe ’96, alle prese con il suo primo ruolo da protagonista nel cinema, ma già con una discreta esperienza teatrale. Il cast si arricchisce poi di molti attori usciti dalla SNCI di Firenze come la valdostana Alice Joly, le genovesi Chiara Cesena e Irene Mori, e i locali Matteo Parentini, Niccolò Rossi e Camilla Minelli. Da segnalare una grande prova del poggibonsese Giacomo de Santi, alle prese con il suo secondo ruolo cinematografico. Sono presenti anche alcune ragazze dell’Istituto Comprensivo 2 di Poggibonsi – Leonardo Da Vinci, passate proprio dalla scuola di teatro dell’istituto, che hanno rivissuto nei ricordi dell’infanzia della protagonista.

Pubblicato il 27 giugno 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su