Al Teatro del Popolo di Castelfiorentino Paolini con 'Nel tempo degli Dei'

Paolini si misura con la storia per eccellenza, quella di un viaggio epico, che arriva fino ai nostri giorni. Un progetto che è cresciuto nel tempo, nei suoni e nello spazio

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Al Teatro del Popolo di Castelfiorentino martedì 12 e mercoledì 13 febbraio alle 21.00 Marco Paolini sarà protagonista di Nel tempo degli Dei: il calzolaio di Ulisse di Marco Paolini e Francesco Niccolini, con Saba Anglana, Vittorio Cerroni, Lorenzo Monguzzi, regia Gabriele Vacis.

Paolini si misura dunque con la storia per eccellenza, quella di un viaggio epico, che arriva fino ai nostri giorni. Un progetto che è cresciuto nel tempo, nei suoni e nello spazio, un canto antico di quasi tremila anni, passato di bocca in bocca, e di anima in anima. Una storia che contiene in sé la storia dell’Occidente, a partire da quelle misteriose, ambigue e capricciose entità che sono gli dèi. Perché questa è una storia di dèi, mostri, uomini e guerrieri, imparentati e legati fra di loro. E il perno è Ulisse, nipote di Hermes, amato e protetto da Atena, da Poseidone perseguitato, da Calipso immensamente desiderato e concupito da Circe. Intorno a lui prima o poi si incontra tutto il resto, e i fili del racconto diventano infiniti, così come i suoi protagonisti.

A Itaca cresce un ragazzino, suo padre è re e suo nonno un baro, figlio del dio degli inganni. Su quell’isola il ragazzino diventa uomo, assai scaltro. È diverso dagli altri condottieri, non è splendido in battaglia, spesso vince con l’inganno e l’astuzia, è un uomo che sa pensare. Con la sua mente sa accrescere la confusione degli elementi e ne approfitta per sfuggire alle trappole e abbattere gli ostacoli che trova sulla sua strada.

Ulisse è un Eroe che non si spegne mai, non nei vent’anni di guerra e dell’impossibile ritorno, non negli anni dopo, con le sue nuove disavventure, e nemmeno dopo la sua morte, visto che da 2800 anni si sente l’irresistibile desiderio di cantarne le gesta in ogni variante possibile e immaginabile.

Domenica 10 febbraio alle 17.00 è invece in programma Recital lirico, con Alida Berti - soprano, Lavinia Bini - soprano, Marco Filippo Romano - baritono, e Pietro Mariani – pianista, cantanti e musicisto di fama internazionale, che si esibiranno nelle più famose arie e duetti dei più grandi compositori italiani (Verdi, Puccini, Donizetti, Bellini, Rossini e Mascagni) e stranieri (Mozart, Offenbach e Bizet).

Per informazioni e biglietti

Teatro del Popolo
0571 633482 

Giallo Mare Minimal Teatro
0571 81629-83758
info@giallomare.it

Pubblicato il 5 febbraio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su