Diba '70 shop San Gimignano

Alla Misericordia di Poggibonsi parte l' 'Ambulanza dei Desideri'

Realizzerà i sogni di chi è gravemente malato

 POGGBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

La Misericordia di Poggibonsi sta mettendo a terra un nuovo progetto di vicinanza alle persone malate, che prende il nome di “Ambulanza dei desideri”. Di cosa si tratta ce lo spiega Mirko Casprini, referente del progetto per la Misericordia: “L'Ambulanza dei desideri: per portare un anziano gravemente malato a rivedere la spiaggia dove baciò per la prima volta la futura moglie o per accompagnare, ancora una volta, una ragazza malata terminale al concerto del suo idolo. L’obiettivo del servizio, che trae ispirazione da esperienze analoghe, seppur con peculiarità differenti tra loro, di altre aree di Italia e del mondo, è quello di soddisfare i bisogni di persone gravemente sofferenti, in condizioni di salute anche estreme. La Misericordia di Poggibonsi già si fa carico, con i propri servizi istituzionali, di garantire a chiunque ne faccia richiesta le necessità di mobilità per bisogni primari (soccorso, cure mediche ed altre necessità simili); l’Ambulanza dei desideri si pone come intervento complementare a quanto già svolto in maniera istituzionale, in modo da consentire - conclude Casprini - la realizzazione possibilmente gratuita di un sogno o di un desiderio che, per le condizioni sanitarie della persona, sarebbero altrimenti estremamente difficili da realizzare”.

La realizzazione del desiderio è subordinata alla effettiva trasportabilità della persona, in funzione delle condizioni sanitarie e della realizzabilità tecnica di quanto richiesto. Benché il servizio sia rivolto a persone in condizioni di salute compromesse, si potranno trasportare esclusivamente persone in grado di affrontare il viaggio senza ragionevoli rischi per la vita della persona o di aggravamento delle condizioni a causa del viaggio stesso.

Per persone dipendenti da elettromedicali e/o dispositivi medici in genere, la fattibilità è subordinata alla possibilità di trasporto in ambulanza delle apparecchiature per l’intera durata del viaggio. Al fine di verificare la sussistenza della fattibilità del servizio, la decisione è demandata ad un comitato tecnico-sanitario, che ad insindacabile giudizio esprime approvazione o meno all’esecuzione del trasporto, effettuato a cura dei nostri volontari e volontarie.

Per informazioni, segnalazioni di pazienti, candidature a collaborare, potete fare riferimento ai contatti istituzionali della Misericordia di Poggibonsi, e in particolare all'indirizzo info@misericordiapoggibonsi.org.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: I Servi della Gioia donano oltre 6.500 euro alla Caritas per le mamme con bambini scappati dall'Ucraina

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 25 giugno 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su