Alla Rocca di Staggia, in compagnia di misteriosi volatili notturni

Ieri, domenica 27 novembre, si è tenuto alla Rocca di Staggia un nuovo appuntamento in cui i visitatori hanno potuto diventare "Falconieri per un giorno". I visitatori hanno potuto scoprire la bellezza degli animali notturni che, grazie a Luca e Giuliana, si sono lasciati osservare a una distanza altrimenti praticamente impossibile. Duccio, una poiana di Harris, Sole, un gufo virginiano, e Stella, il barbagianni, hanno incantato grandi e piccini col loro volo e i loro occhi curiosi

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

"I rapaci notturni sono straordinarie macchine da preda. Il loro aspetto inconsueto, ed un po' goffo quando sono a riposo, ha sempre destato curiosità, e qualche volta avversione. Hanno volo silenzioso, artigli potenti e grandi occhi frontali, che conferiscono loro un aspetto vagamente umano". Scriveva così Primo Levi.

Ieri, domenica 27 novembre, si è tenuto alla Rocca di Staggia un nuovo appuntamento in cui i visitatori hanno potuto diventare "Falconieri per un giorno". I partecipanti hanno potuto scoprire la bellezza degli animali notturni che, grazie a Luca e Giuliana, si sono lasciati osservare a una distanza altrimenti praticamente impossibile. Duccio, una poiana di Harris, Sole, un gufo virginiano, e Stella, il barbagianni, hanno incantato grandi e piccini col loro volo e i loro occhi curiosi. Molti di loro si sono lasciati toccare e accarezzare. Ma a farla da padrone è stato senza dubbio Roy, il gufo reale, che ha letteralmente catturato l'attenzione di tutti i presenti fino alla fine dell'incontro, quando chi ha voluto ha potuto trattenersi e visitare le installazioni di arte contemporanea all'interno della Rocca.

Per informazioni:
366 4792092 
info@laroccadistaggia.it 
www.laroccadistaggia.it

Pubblicato il 28 novembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j