Diba '70 shop San Gimignano

Alluvione, esercitazione della Protezione civile a Castelfiorentino con la verifica del piano di intervento

Se vi capita di vedere in giro per il paese i volontari della Protezione Civile impegnati in una serie di operazioni, niente paura. Si tratta solo di un'esercitazione. Il suo nome è "Idrocevex-Elsa II", ed è una puntuale verifica del Piano Intercomunale di Protezione Civile che l'Unione dei Comuni ha adottato alcuni mesi fa per contrastare un eventuale rischio idrogeologico su tutto il territorio. In pratica, un piano di intervento di fronte ad un'alluvione imminente

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Se vi capita di vedere in giro per il paese i volontari della Protezione Civile impegnati in una serie di operazioni, niente paura. Si tratta solo di un'esercitazione. Il suo nome è "Idrocevex-Elsa II", ed è una puntuale verifica del Piano Intercomunale di Protezione Civile che l'Unione dei Comuni ha adottato alcuni mesi fa per contrastare un eventuale rischio idrogeologico su tutto il territorio. In pratica, un piano di intervento di fronte ad un'alluvione imminente.

L'ora "X" dell'esercitazione scatterà alle ore 13.00 di oggi (venerdì 9 dicembre) e si protrarrà fino a domani pomeriggio (sabato 10 dicembre, ore 15.30), e vedrà coinvolte le associazioni di volontariato Prociv-Arci di Castelfiorentino e Certaldo, la RAV di Castelfiorentino e La Racchetta di Montaione. 

Obiettivo dell'esercitazione - che è organizzata dall'Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa con la partecipazione del Comune di Castelfiorentino - è quello di verificare ogni modalità operativa del Piano: dalle comunicazioni al sistema di allerta intercomunale/comunale; dalla tempistica alle modalità di posizionamento delle paratie anti-acqua; dall'evacuazione delle strutture sensibili all'utilizzo della viabilità secondaria.

«L'esercitazione che faremo tra oggi e domani - ha sottolineato il Sindaco, Alessio Falorni - è molto importante perché dobbiamo non solo essere pronti a intervenire tempestivamente in caso di emergenza, ma dobbiamo farlo in modo lucido, seguendo un preciso ordine di priorità, che tenga conto delle aree più sensibili del nostro territorio. Una prova, dunque, necessaria, per la quale ringrazio tutti i volontari che vi prenderanno parte, del resto sempre disponibili quando si tratta di fare qualcosa di positivo per il loro paese».

«Ci scusiamo con la cittadinanza per gli eventuali disagi che questa esercitazione potrà recare - osserva Annalisa Maritan, in veste di responsabile della Protezione Civile dell'Unione (e Comandante della Polizia Municipale) - ma si tratta di un'operazione importante, sia per testare il piano della Protezione Civile che le risorse umane che abbiamo a disposizione. Colgo l'occasione per ringraziare, oltre a tutti i volontari, il Comune e la Regione Toscana, per il supporto che ci hanno dato».

Pubblicato il 9 dicembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su