Vivaio Il Roseto

Amico Museo: appuntamento con gli Etruschi e l'olio del Chianti

L'evento è dedicato all’olivo e all’olio nei tempi più antichi: l’appuntamento in programma domenica 29 maggio

 CASTELLINA IN CHIANTI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si intitola “Unguento portento” ed è dedicato all’olivo e all’olio nei tempi più antichi l’appuntamento in programma domenica 29 maggio, alle ore 16, al Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti. L’iniziativa fa parte di Amico Museo, la manifestazione promossa dalla Regione Toscana per conoscere il patrimonio culturale con proposte che coinvolgano i visitatori in esperienze creative e interattive. L’appuntamento, inoltre, è il secondo della triade di eventi “Botanica al museo”, ideata dai giovani volontari del servizio civile regionale attivi presso i musei di Fondazione Musei Senesi con il supporto del Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga, il Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti, l’Archeodromo e Parco Archeologico di Poggio Imperiale di Poggibonsi e dei rispettivi Comuni.

Unguento portento ruoterà attorno all’olivo e all’olio, prodotto radicato nella tradizione del Chianti fin da tempi remoti. Con gli Etruschi, come del resto con tutti i popoli antichi del Mediterraneo, l’olio trovava largo impiego non solo come alimento, ma anche come preziosa sostanza in diversi ambiti della vita quotidiana: da combustibile per l’illuminazione a farmaco e base per unguenti profumati. L’appuntamento inizierà con una breve visita guidata al Museo Archeologico del Chianti senese per vedere i resti archeologici della collezione - fra cui spiccano gli unguentari, piccoli contenitori per raffinati unguenti a base d’olio - e proseguirà su una terrazza della Rocca medievale che ospita il Museo per scoprire il mondo delle piante spontanee del Chianti e le sue qualità olfattive, medicamentose e cosmetiche fra storia, mito e leggenda. Qui ogni partecipante potrà realizzare un unguento personalizzato scegliendo a proprio piacimento fra le piante spontanee del Chianti.

Informazioni. L’iniziativa è gratuita e rivolta a tutti, dai bambini di età superiore ai 6 anni agli adulti. Per partecipare è richiesta la prenotazione al numero 0577-742090 oppure all’indirizzo mail info@museoarcheologicochianti.it

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Un weekend all'insegna del buon vino con l'edizione numero 30 di Cantine Aperte

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 26 maggio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su