ANCI Toscana e Aou Senese: confronto fattivo e costruttivo

Il direttore generale Barretta: ''L'ANCI rappresenta un punto di riferimento per la nostra programmazione sanitaria e per conoscere meglio i bisogni di salute dei cittadini''

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Confronto fattivo e costruttivo tra ANCI Toscana e Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Il delegato sanità dell’ANCI Toscana, David Bussagli, sindaco di Poggibonsi, insieme al direttore di ANCI Toscana, Simone Gheri, hanno partecipato ad un incontro operativo con il direttore generale dell’Aou Senese, Antonio Barretta, per conoscere in dettaglio la realtà dell’ospedale Santa Maria alle Scotte. Durante il meeting sono state infatti presentate le attività dell’Azienda, illustrate dal direttore generale Antonio Barretta e dal direttore sanitario Roberto Gusinu. Intervenuti anche l’assessore alla sanità del Comune di Siena, Francesca Appolloni, il professor Francesco Dotta, delegato alla sanità per l’Università di Siena, con un intervento dal titolo “La salute nelle città: integrazione tra ricerca, didattica e assistenza”, e la dottoressa Serafina Valente, direttore del Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare, che ha presentato un approfondimento sulle attività di alta specializzazione cardiologica, cardiochirurgia e dei trapianti. 

«È per noi molto importante – ha detto il professor Barretta – la collaborazione e la sinergia con i diversi territori e l’ANCI rappresenta un punto di riferimento essenziale anche per la nostra programmazione sanitaria, in merito strategia e obiettivi, e per una conoscenza più dettagliata dei bisogni di salute dei cittadini nelle diverse realtà di riferimento della nostra Azienda». «Ringrazio l’Azienda e il direttore generale Antonio Barretta per questa opportunità di confronto – ha aggiunto il sindaco David Bussagli, delegato alla Sanità per Anci Toscana –. Un’utile occasione per condividere i servizi, le prestazioni e le strategie messe in campo dall’Azienda ospedaliero-universitaria Senese che, anche in questa particolare e difficile fase storica, ha saputo essere punto di riferimento per tutto il sistema sanitario regionale. Il tema dell’integrazione Azienda-territorio e, in generale, di tutti gli attori che partecipano al governo della sanità, rappresenta un elemento di forza nella presa in carico complessiva dei bisogni di salute delle persone. La qualità raggiunta dal polo senese, che abbiamo avuto modo di approfondire anche in questo incontro, ci mette nelle condizioni di immaginare nuove sfide e condividere prospettive di sviluppo di quella che oggi è una eccellenza regionale e nazionale, che tutti vogliamo sia sempre più forte».

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus: 399 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 2 febbraio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su