Approvato il primo stralcio del progetto 'Parco Libera Tutti' a Certaldo

Il progetto “Parco Libera Tutti”, dopo il percorso di co-progettazione partecipata chiuso nel gennaio 2018, co-finanziato da Comune di Certaldo ed Autorità Regionale per la Partecipazione, aveva dato vita ad un Masterplan condiviso e al Tavolo Permanente per il Parco Libera Tutti, un organo informale formato da rappresentanti dei partecipanti ai tavoli di co-progettazione, che si è dato il compito di accompagnarne gli sviluppi e mantenere vivi i suoi principi ispiratori

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Fine 2018 all’insegna della partecipazione pubblica, quella che sta vivendo Certaldo, visto che negli stessi giorni in cui si presenta il frutto dei tavoli del PUMS e ci si prepara all’adozione del Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile, la Giunta comunale mette un punto anche sul Parco Libera Tutti, approvando il progetto esecutivo del primo stralcio di lavori.

Il progetto “Parco Libera Tutti”, iniziato nell’estate 2017 dalla volontà di un gruppo di associazioni, cooperative e liberi cittadini di realizzare insieme all’amministrazione comunale un parco inclusivo – ovvero accessibile a tutti senza distinzione di età, capacità motorie, psichiche o sensoriali – dopo il percorso di coprogettazione partecipata chiuso nel gennaio 2018, co-finanziato da Comune di Certaldo ed Autorità Regionale per la Partecipazione, aveva dato vita ad un Masterplan condiviso e al Tavolo Permanente per il Parco Libera Tutti, un organo informale formato da rappresentanti dei partecipanti ai tavoli di co-progettazione, che si è dato il compito di accompagnarne gli sviluppi e mantenere vivi i suoi principi ispiratori.

La volontà dell’Amministrazione è stata poi quella di realizzare l’intera opera per stralci. Il progetto esecutivo appena approvato rappresenta il primo di questi passi. L’elaborato approvato è stato redatto, a seguito di incarico, coinvolgendo tutti i giovani architetti che avevano partecipato ai tavoli di progettazione e poi al Tavolo Permanente, ovvero Claudia Ciari (capogruppo), Tamara Giamboni, Alessandro Bruni e Michela Fiaschi di “Narrazioni Urbane”, l’associazione che ha condotto il processo di co-progettazione, come anello di congiunzione tra questo ed il progetto di realizzazione.

Ecco cosa prevede il primo stralcio, che darà vita già ad alcune idee e temi usciti dalla co-progettazione: una piazza morbida dove giocare e fare attività di vario genere tutti insieme, un fontanello utilizzabile da tutti, un gioco inclusivo “acqua e sabbia”, le vasche per gli orti inclusivi, la segnaletica per tutti i tipi di utenza, anche per ipovedenti e non vedenti e piccoli cartelli in una speciale forma di comunicazione particolarmente adatta a persone autistiche (CAA). Saranno installate le prime opere d’arte, grazie alla donazione dell’artista Gloria Campriani e una libreria per lo scambio libero dei libri grazie alla Cooperativa Promocultura.

La Giunta lavorerà ora per trovare i fondi per finanziare quanto prima i lavori del primo stralcio, lavori ai quali contribuiranno anche i cittadini con i fondi raccolti in questi mesi grazie alle iniziative del Parco Libera Tutti, nell’ottica di un progetto che sia realmente condiviso in tutte le fase, dalla progettazione alla realizzazione.

«In questi giorni stiamo cogliendo i primi frutti di percorsi durati mesi e che, per nella loro diversità, hanno il tratto comune dell’ascolto, della condivisione e della partecipazione – dice il sindaco Giacomo Cucini – da un lato, col PUMS, la pubblica amministrazione ha scelto di condividere con i cittadini una serie di problematiche in ambito viabilità e la ricerca di possibili soluzioni; dall’altro col Parco Libera Tutti, un’esigenza di associazione e cittadini, condivisa con l’amministrazione, è stata l’occasione per dare vita ad un percorso di co-progettazione partecipata con il sostegno dell’autorità regionale. In entrambi i casi, sono certo che otterremo l’obiettivo di migliorare la qualità di vita ed i servizi del nostro paese nell’ottica dell’ecologia, della sostenibilità attuale e futura delle scelte fatte coinvolgendo tutti quelli che si sono lasciati coinvolgere. Un’ottica di lavoro che è stata e vogliamo sia caratterizzante della Certaldo di oggi e di domani».

E ora, aspettando l’inaugurazione del Parco Inclusivo, il Tavolo Permanente sta già preparando una sorpresa “inclusiva” per il prossimo Natale! Appuntamento il 15 dicembre al Parco Libera Tutti.

Foto di Daniela Marchi

Pubblicato il 9 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su