Arte e musica a Radicondoli per la seconda edizione di 'Onirica'

Sette artisti, sette personalità diverse per stile e provenienza che renderanno 'onirico' il piccolo borgo valdelsano, luogo d'incontro di qualificati artisti internazionali

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sette artisti, sette personalità diverse per stile e provenienza: Torino, Verona, Londra, Dublino, l'isola di Guernsey, Gottinga e Bielefeld. Cosa li accomuna? L'amore per un piccolo borgo in Toscana e il gusto visionario delle opere con cui renderanno "onirico" il piccolo borgo valdelsano. L'idea è quella di portare alla luce il patrimonio artistico contemporaneo che da anni contraddistingue il territorio, grazie alla presenza di qualificati artisti internazionali, per lo più operanti nei rispettivi paesi d’origine e dietro le mura delle loro case radicondolesi, ove hanno scelto di vivere o rifugiarsi periodicamente, attratti dalla pace creativa del piccolo borgo. 

I loro nomi sono Marie-Louise Martin, i cui schizzi elaborati in Italia diventano poi, in uno studio a Dublino, raffinate opere di intaglio e incisione; Susi Matthews, vivace artista dell’isola di Guernsey; Deva Manfredo, già conosciuto in Italia come scultore della suggestiva Selva di SognoHazel Trivelli, artista dalla particolarissima narrativa personale giunta da Londra 15 anni fa; Alessandra Cerrato, in arte Gomez, nota per i suoi surreali pastelli e le tecniche miste; Cristiana Mewes, pittrice tedesca dal rigore realistico e ugualmente sognante; e infine Viviana Insacco, co-direttrice insieme ad Alessandro Cagni di Ammos Atelier, la realtà che ha coordinato il progetto nello sforzo congiunto, con l’Associazione CCN e il Comune, e la collaborazione di Leo Ieva, di fare del borgo di Radicondoli un’attrazione apprezzata per i talenti della sua estrosa comunità, vero fiore all’occhiello del territorio. Inoltre ci saranno le installazioni artistiche "Il Settimo Senso" (nella foto in alto) di Ammos Atelier, allestita in via Garibaldi e vicolo Bizzarrini, e, novità di quest'anno, l'installazione "Migrazioni" di Francesco Ciabatti sotto l'arco di via della Costa.

L'esposizione aprirà al pubblico stasera, martedì 14 agosto, con il concerto de "La Banda del Comitato", un nuovissimo quintetto capitanato da Martina Sciucchino e dalla regista/fisarmonicista Alice Rorhwacher, che sta lanciando un progetto "sanguigno ed entusiasmante tra folk, musica circense e canzone d’autore". L’appuntamento è alle ore 21.30, vista l’allerta meteo, presso il Teatro dei Risorti.

Per informazioni: 3334808222

Pubblicato il 14 agosto 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su