Aule più ampie per accogliere tutti gli alunni a settembre: interventi nelle scuole per circa 250mila euro

Il Comune ha realizzato un piano di interventi di riqualificazione, consolidamento e ampliamento dei plessi scolastici per la messa in sicurezza e l'adeguamento alle misure anticovid

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Opere di ampliamento e consolidamento nella scuola primaria di San Donato e nella materna di Vico d'Elsa. Interventi di cablaggio e ristrutturazione bagni nella scuola media di Tavarnelle.

Classi sicure, adeguate e pronte ad accogliere tutti gli studenti a settembre senza bisogno di ricorrere ad ambienti alternativi. Ammonta a circa 250mila euro l'investimento complessivo che il Comune, con risorse proprie e statali, ha messo in campo, per realizzare vari e puntuali interventi di ampliamento, opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, a favore delle scuole dell'Istituto comprensivo Don Lorenzo Milani di Barberino Tavarnelle. Si tratta nello specifico di interventi di riqualificazione, consolidamento e adeguamento progettati e attuati per rispondere alle necessità anticovid stabilite dal governo in vista della riapertura delle scuole. Partito nei mesi primaverili, nella fase immediatamente successiva al lockdown, il piano complesso che la giunta sta portando avanti in accordo con la dirigenza scolastica andrà avanti senza sosta tutta l'estate. L'obiettivo del lavoro che intreccia le competenze degli uffici Servizi educativi e Lavori Pubblici è garantire il rientro di tutti gli alunni in sicurezza e in linea con la qualità dei progetti educativi e didattici del Comprensivo.

"Non avremo bisogno di spazi alternativi alle aule - spiega l'assessore alle Politiche educative - gli investimenti effettuati nel corso degli ultimi anni che hanno permesso di realizzare edifici ampi e sostenibili, con spazi ben congegnati e funzionali alle esigenze degli studenti, costruiti nel pieno rispetto della normativa sulla sicurezza e della qualità didattica, si rivelano particolarmente utili nel momento di difficoltà che stiamo vivendo e che ci troviamo a fronteggiare in tempi brevi, in una situazione di emergenza. Raccogliamo dunque i frutti di questo percorso che ha dedicato ingenti risorse e competenze al settore dell'edilizia scolastica di Barberino Tavarnelle, oggi fiore all'occhiello a livello regionale".

Altro punto di forza sono le risorse derivate dalla fusione dei Comuni di Barberino Val d'Elsa e Tavarnelle Val di Pesa, fondi che si aggiungono ai contributi assegnati dallo Stato, che hanno consentito di dirottare gli investimenti ritenuti prioritari alla luce della ripresa dell'attività scolastica su tutti i plessi che necessitano interventi di adeguamento ed in particolare sull'edificio della primaria di San Donato, sulla scuola dell'infanzia di Vico d'Elsa e sulla scuola secondaria di primo grado "Passignano" in base alle esigenze condivise con la dirigente scolastica Paola Salvadori . "I fondi sono serviti sia ad adeguare le classi delle nostre scuole ai criteri di distanziamento legati alle misure di sicurezza anticontagio - dichiara l'assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fontani- sia per realizzare interventi di miglioramento e consolidamento, all'esterno e all'interno, di alcuni plessi del territorio comunale". Gli ampliamenti sono stati effettuati nelle scuole di San Donato e Vico parallelamente agli interventi di riqualificazione strutturale che l'amministrazione comunale aveva programmato precedentemente al Covid per la messa in sicurezza degli edifici.

"Lavori consistenti sono stati effettuati anche nella scuola media - aggiunge l'assessore ai Lavori Pubblici - relativi alla realizzazione del cablaggio, l'allestimento dei collegamenti e degli impianti fisici che permettono la connessione alla rete, e la riqualificazione di tutti i bagni dell'edificio di via Allende". Quanto ai servizi scolastici, il Comune è in contatto costante con Cir-Food, il gestore del servizio di refezione. "Stiamo mettendo a punto - conclude l'assessore alle Politiche educative - il necessario piano di disposizione dei pasti tale da garantire massima sicurezza in linea con le direttive del governo. Stesso percorso sarà effettuato per organizzare il servizio di trasporto di cui sono attese le linee guide dal Ministero".

Potrebbe interessarti anche: Castellina: torna Calici di Stelle, fra sapori locali, astronomia e animazione

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 9 agosto 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su