Autopalio: finalmente ripresi i lavori tra San Casciano e Impruneta

I lavori erano stati precedentemente sospesi per la necessità di aggiornare il progetto, emersa in corso d’opera. Il completamento è previsto in primavera. L'intervento riguarda la demolizione e ricostruzione delle solette e dei cordoli laterali, la sostituzione delle barriere di sicurezza e dei giunti di dilatazione nonché il rifacimento della pavimentazione e il risanamento del calcestruzzo. Sono infine in fase di attivazione altri lavori di manutenzione programmata per un investimento di 8,4 milioni di euro, che riguarderanno in particolare i viadotti Falciani, Docciola e Bandini

 VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Sul raccordo autostradale Siena-Firenze sono ripresi i lavori di manutenzione programmata del viadotto “Terme”, tra San Casciano e Impruneta, in provincia di Firenze. Nei giorni scorsi l’impresa esecutrice ha iniziato il trasporto dei materiali nell’area di cantiere, mentre oggi è in corso il montaggio dei ponteggi.

I lavori erano stati precedentemente sospesi per la necessità di aggiornare il progetto, emersa in corso d’opera. Il completamento è previsto in primavera.

L’intervento riguarda la demolizione e ricostruzione delle solette e dei cordoli laterali, la sostituzione delle barriere di sicurezza e dei giunti di dilatazione nonché il rifacimento della pavimentazione e il risanamento del calcestruzzo.

Il piano di manutenzione

A partire dal 2012, Anas (Gruppo FS italiane) ha avviato un piano di riqualificazione del raccordo autostradale Siena-Firenze, tuttora in fase realizzativa, per un investimento complessivo di 65 milioni di euro tra lavori realizzati, in corso e in fase di attivazione.

In particolare, tra il 2012 e il 2015, Anas ha realizzato lavori per 20 milioni di euro che hanno riguardato il risanamento della pavimentazione con asfalto drenante, l’adeguamento delle barriere di sicurezza e il ripristino della segnaletica verticale.

Nello stesso periodo sono stati realizzati interventi per l’allargamento della sede stradale in vari tratti dell’infrastruttura, interventi per la riqualificazione di alcuni viadotti ed altri per l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, con un investimento di oltre 16 milioni di euro.

Nell’ultimo biennio sono stati poi eseguiti ulteriori interventi di risanamento profondo della pavimentazione, con realizzazione di manti drenanti su oltre 30 km di carreggiata, per un investimento di 15 milioni di euro, e lavori di manutenzione di ponti e viadotti per quasi 6 milioni di euro.

Ulteriori interventi per l’incremento della sicurezza hanno riguardato l’installazione di attenuatori d’urto in corrispondenza delle uscite e la chiusura dei varchi lungo lo spartitraffico centrale tramite barriere amovibili che scongiurano il rischio di invasione della carreggiata opposta, ma allo stesso tempo consentono una rapida apertura del varco in caso di necessità.

Sono infine in fase di attivazione altri lavori di manutenzione programmata per un investimento di 8,4 milioni di euro, che riguarderanno in particolare i viadotti Falciani, Docciola e Bandini.

Pubblicato il 7 novembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su