"Bandiera rossa", primo social movie italiano finanziato dal basso. Sarà ambientato a Certaldo

Certaldo è la location scelta per un film un po' particolare. Un film per raccontare quell'Italia bella fatta di associazionismo e Case del Popolo, lotta sindacale e mutua solidarietà, Cooperative di consumo e di lavoro, che negli anni '70 aveva una forte identità sociale che ruotava soprattutto intorno ad un'appartenenza politica: quella al PCI di Enrico Berlinguer. Non un film politico né nostalgico, ma il desiderio di raccontare ai millennials e alle generazioni future un microcosmo ordinario fatto di gente straordinaria...

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Certaldo è la location scelta per un film un po' particolare. Un film per raccontare quell'Italia bella fatta di associazionismo e Case del Popolo, lotta sindacale e mutua solidarietà, Cooperative di consumo e di lavoro, che negli anni '70 aveva una forte identità sociale che ruotava soprattutto intorno ad un'appartenenza politica: quella al PCI di Enrico Berlinguer. Non un film politico né nostalgico, ma il desiderio di raccontare ai millennials e alle generazioni future un microcosmo ordinario fatto di gente straordinaria, pezzo indelebile della nostra identità contemporanea.

"Bandiera rossa, contrordine compagni", è un progetto cinematografico che, da un'idea di Stefano Rainisch, regista e autore, è diventata una sceneggiatura scritta insieme a Pietro Folena (già parlamentare per il PCI, DS e PRC negli anni che vanno dal 1987 al 2008), Tommaso Carli e Stefano Pratesi. La produzione del film è "Format srl" di Roma, che sostiene il progetto con gli strumenti tradizionali di finanziamento al cinema e con una rete di main partners quali ARCI, CFT, CGIL Firenze, UCCA, Unicoop Firenze, per far convergere sulla piattaforma di crowdfunding www.eppela.it tutte le persone che hanno per lavoro, militanza, affetto, impegno passato o futuro “a sinistra” e che possano riconoscersi nel progetto e diventarne produttori essi stessi. 

Il film è una commedia all'italiana ambientata nel 1975 a Certaldo, nel cuore della Toscana:  ...in  provincia  dove il Partito ha un'anima che puoi vedere e toccare. E' qualche cosa di vivo, perchè in breve "il Partito sei tu", si annuncia un evento inatteso. Biagio Meniconi, segretario della sezione locale, ha appena avuto una straordinaria notizia dal segretario provinciale: il compagno Enrico in persona verrà a visitare il paese. La cosa ha dell'incredibile, ma se la visita è certa, nessun ha la minima idea di quando questo accadrà. E l'attesa porterà con sè un'altra serie di eventi imprevisti...  

Bandiera Rossa il film sarà anche l occasione per il lancio della più grande raccolta  dal basso  mai avvenuta di memoralia di quegli anni: video, foto, documenti, cimeli di ogni natura che saranno selezionati per costruire una grande mostra itinerante che accompagnerà l uscita del film (2018).

Per diventare produttore del film "Bandiera rossa" è infatti sufficiente versare anche un solo euro: 
coord. bancarie Unicredit: IBAN IT11A0200838864000104092032 - Causale: BANDIERA ROSSA IL FILM
corrente postale: 1037868146 FORMAT SRL, Causale: BANDIERA ROSSA IL FILM
Oppure sulla piattaforma www.eppela.it , partner del progetto per il crowdfunding. 
Chi contribuirà con 12 euro avrà due biglietti per vedere il film al cinema e su, a salire, fino all'invito per la proiezione in anteprima, con 100 euro, alla cena con il cast a 200 euro, e con 500 euro visiterà il set e vedrà inserito il suo nome nei titoli di coda. 

Scopri come su www.eppela.it | www.bandierarossailfilm.it | www.facebook.com/bandierarossailfilm

Pubblicato il 15 giugno 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su