Bando per 16 attività di Certaldo. Cucini: «Sostegno che si riflette su economia e attrattività»

«Dopo l'investimento di 100mila euro fatto nel 2018, che ha finanziato 12 attività su 16 in graduatoria, l'Amministrazione ha scelto di stanziare ulteriori 40mila euro - ha spiegato il sindaco Giacomo Cucini - e dare così risposta positiva a tutti quelli che avevano i requisiti; un segnale positivo, di sostegno e incoraggiamento, all'economia locale. Si tratta di una compartecipazione ad investimenti più ampi, con criteri che tenevano conto anche dell'imprenditoria giovanile e femminile»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Un investimento di 140mila euro a fondo perduto a sostegno di attività commerciali ed artigianali, con un effetto benefico e moltiplicatore su altri investimenti, sulla riqualificazione urbana, sulla qualità di vita e, non da ultimo, sulla sicurezza, perché più saracinesche aperte, più luci e più vitalità significano un territorio più vissuto e presidiato.

Questa la valutazione complessiva sull’esito del bando del commercio: 140mila euro a fondo perduto, assegnati dal Comune di Certaldo a 4 nuove attività e 12 che ristrutturavano o ampliavano i propri spazi e servizi, come contributo alle spese di investimento. Una valutazione che ha messo d’accordo, stamani, amministrazione comunale, associazioni di categoria e quelle attività commerciali ed artigianali che sono potute essere presenti alla conferenza stampa. Sedici domande accolte e sedici domande finanziate, il bilancio finale del bando per l'avvio, il subingresso il trasferimento di sede o il rinnovo o ampliamento di attività di impresa nel centro urbano di Certaldo.

«Dopo l’investimento di 100mila euro fatto nel 2018, che ha finanziato 12 attività su 16 in graduatoria, l’amministrazione ha scelto di stanziare ulteriori 40mila euro – ha spiegato il sindaco Giacomo Cucini – e dare così risposta positiva a tutti quelli che avevano i requisiti; un segnale positivo, di sostegno e incoraggiamento, all’economia locale. Si tratta di una compartecipazione ad investimenti più ampi, con criteri che tenevano conto anche dell’imprenditoria giovanile e femminile. Ma il fatto che altre attività abbiano partecipato e che stavolta non avessero i requisiti per entrare in graduatoria, o le telefonate che riceviamo da altre che desiderano fare investimenti, ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta e che, se ne avremo la possibilità, renderemo strutturale questo tipo di intervento».

«Il libero mercato non è sufficiente ed è vitale il sostegno dell’amministrazione pubblica per fare ripartire il commercio – ha detto Lapo Cantini di Confesercenti – ma i contributi di Certaldo acquistano più valore perché arrivano dopo anni di collaborazione a progetti di rilancio del tessuto commerciale: le imprese che li hanno chiesti lo hanno fatto perché vedono e credono in un progetto di sviluppo complessivo».

«Sono cose che possono apparire piccole, ma sono concrete ed a volte contano più di certi maxi progetti calati dall’alto e che non si realizzano mai – ha aggiunto Fabrizio Fallani di CNA – inoltre le somme erogate, nel momento in cui verranno spese, attiveranno altre aziende che lavoreranno per i vincitori del bando, attivando così un circolo virtuoso».

«Il bando si è inserito in un percorso di collaborazione tra amministrazione e attività commerciali e artigianali - ha ricordato l’assessore Jacopo Arrigoni – e in particolare con il CCN ConCertaldo, iniziato nel 2014. Dall’impegno per la riapertura del cinema, che ha rivitalizzato weekend le notti certaldesi, ai cartelloni di eventi per il Natale e per l’estate, all’accordo per gestire i locali notturni riducendo i rumori esterni. E se l’impegno delle attività a stare aperte e rinnovarsi vuol dire più decoro e motivi di attrazione, l’amministrazione dal canto suo si è impegnata per rifare le piazze, ridurre il traffico in centro e a breve darà l’incarico per riqualificare tutto il centro urbano. Un impegno, nel centro come nei quartieri, per migliorare vivibilità e sicurezza e dare più motivi per vivere Certaldo tutto l’anno».

Queste le attività finanziate: le nuove sono Pausa Caffè Certaldo (prodotti di caffetteria), Spazio Ananda (yoga e olistica), Pensieri d’Arte (pittrice e decoratrice), La Bontega (gelateria pasticceria); le già esistenti sono invece Tabaccheria Propigi Patrizia, Ceramiche Gabriella Carbini, Evoluzione Uomo (acconciature), Flower’s & Co. (fiori e arredi floreali), D.e D. (Acconciature), Sotto il Cavolo (abbigliamento e artigianato), Fuori Binario (gelateria yogurteria), IN3C srl (pelletteria), Eclipse Tattoo, Ercolani snc (Agraria), Edicola Tabacchi Gabry Donzelli, Bar Maria.

Pubblicato il 18 marzo 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su