Barberino e Tavarnelle, due nuovi mezzi per il trasporto per l'Auser

«Il nuovo mezzo di trasporto verrà utilizzato sui territori di Barberino e di Tavernelle - spiega il dottor Paolo Pandolfi, responsabile dell'ente - Siamo molto contenti di rinnovare il comodato d’uso del Doblò che ci avete fornito. I comuni di Tavernelle e Barberino distano pochi chilometri l’uno dall'altro e il nuovo mezzo effettuerà quindi servizi in base alle necessità, sempre nell’ambito dell’attività sociale: gli anziani saranno i principali destinatari, ma all'occorrenza anche giovani con difficoltà motorie o stazionarie o momentanee

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sono stati inaugurati due giorni fa al circolo culturale "La Rampa" di Tavarnelle i due nuovi mezzi di trasporto dell'Auser che andranno ad aiutare i più deboli nel territorio di Tavarnelle e Barberino Val d'Elsa. Si tratta di un Fiat Doblò, acquistato grazie a ventinove aziende del territorio nell'ambito dei Progetti del Cuore (che già nella nostra zona sono intervenuti a Colle di Val d'Elsa e Casole d'Elsa), e una Dacia Dakker, finanziata direttamente dall'associazione Auser.

All'evento erano presenti il presidente dell’Auser nazionale Enzo Costa, il presidente dell'Auser locale Paolo Pandolfi, i sindaci David Baroncelli e Giacomo Trentanovi. 

«Il nuovo mezzo di trasporto verrà utilizzato sui territori di Barberino e di Tavernelle - spiega il dottor Paolo Pandolfi, responsabile dell'ente - Siamo molto contenti di rinnovare il comodato d’uso del Doblò che ci avete fornito. I comuni di Tavernelle e Barberino distano pochi chilometri l’uno dall’altro e il nuovo mezzo effettuerà quindi servizi in base alle necessità, sempre nell’ambito dell’attività sociale: gli anziani saranno i principali destinatari, ma all’occorrenza anche giovani con difficoltà motorie o stazionarie o momentanee. Alla cerimonia sono intervenuti il Presidente Nazionale dell’Auser, oltre a quelli regionali e del nostro comprensorio, i sindaci dei due comuni, oltre ad altre personalità di rilievo della nostra zona e a tanti volontari. Colgo l’occasione per ringraziare gli sponsor che hanno aderito al progetto e i volontari dell’Auser».

Pubblicato il 16 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su