Beccato a rubare in casa di un'anziana. Faceva scattare il salvavita per distrarre la vittima

Aveva escogitato un sistema per potersi introdurre all'interno dell'abitazione di una signora anziana e derubarla. Ha pensato di far scattare ogni tanto il salvavita dell'appartamento della donna, individuato in un palazzo, e approfittare del tempo che lei, lasciando la porta dell'appartamento socchiusa, avrebbe impiegato per scendere negli scantinati. Arrestato e giudicato dal Tribunale di Siena con rito direttissimo, è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

E' successo in questi giorni a Poggibonsi. Un uomo di 33 anni, di origine albanese, ha escogitato un sistema per potersi introdurre all'interno dell'abitazione di una signora anziana e derubarla. Ha pensato di far scattare ogni tanto il salvavita dell'appartamento della donna, individuato in un palazzo, e approfittare del tempo che lei, lasciando la porta dell'appartamento socchiusa, avrebbe impiegato per scendere negli scantinati. In questo modo, indisturbato, il ladro ha potuto portare via alla signora del denaro e alcuni oggetti, sperando forse che questa non se ne accorgesse.

La donna di 78 anni, invece, si è resa conto di aver "smarrito" alcune cose di valore e si è rivolta ai Carabinieri.

«Dal momento che la situazione anomala avrebbe potuto ripetersi, sono state installate all’interno dell’abitazione due telecamere a infrarossi in grado di registrare dei video con molta chiarezza anche in precarie condizioni d’illuminazione - spiegano i militari -. Alla donna è stato chiesto, inoltre, qualora fosse mancata la corrente, di avvisare le autorità prima di scendere in cantina per riattivare il salvavita».

Quando la situazione si è nuovamente presentata, la signora ha chiamato i Carabinieri della Compagnia di Poggibonsi e questi sono giunti prontamente all'ingresso del suo appartamento, beccando il 33enne in flagrante.

Aperta la porta, hanno catturato in pochi istanti l’uomo, ripreso dalle telecamere mentre si affaccendava a rovistare fra mobili e suppellettili. 

La successiva perquisizione presso la casa del ladro ha permesso di rinvenire parte della refurtiva sottratta in casa dell’anziana. Arrestato e giudicato dal Tribunale di Siena con rito direttissimo, è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione.

Foto generica

Pubblicato il 7 settembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su