Bilancio, Comune e Sindacati firmano la piattaforma

Il 30 dicembre 2020 sottoscritto il documento programmatico frutto del percorso di concertazione con Cgil, Cisl, Uil

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

La centralità delle politiche sociali e sanitarie, un forte welfare locale come motore di crescita, la tutela delle fragilità. Questi alcune delle articolazioni della piattaforma firmata il 30 dicembre scorso tra Comune e Sindacati sul Bilancio di previsione. “Una firma che ha anticipato la discussione in Consiglio Comunale e che è frutto del percorso di concertazione portato avanti ogni anno - dice il sindaco David Bussagli -  Un impegno al confronto da rimarcare e che è sempre più è fondamentale per definire e promuovere modelli di crescita sostenibile e inclusiva”. La piattaforma muove dalla crisi sanitaria generata dal Covid-19 con la conseguente situazione economica e sociale che sta segnando in modo profondo e drammatico la vita delle persone e delle nostre comunità. Da qui “l’irrinunciabile esigenza di continuare nella pratica della concertazione e della contrattazione tra le parti sociali e le Amministrazioni locali per giungere alla stipula di un Accordo Programmatico di Contrattazione Sociale in Emergenza Covid-19 ed i relativi interventi sui Bilanci degli Enti Locali che parta dal comune riconoscimento di interessi collettivi da salvaguardare e perseguire attraverso appropriate politiche pubbliche definite tra tutti i soggetti interessati. Politiche che si pongano l'obiettivo primario di individuare i bisogni vecchi e nuovi della collettività e di contemperare il sostegno e l'incentivazione allo sviluppo economico con la difesa delle categorie sociali più disagiate e fragili anche sul piano delle agevolazioni, riduzioni ed esenzioni sulla fiscalità, sulla tariffazione e compartecipazione: lavoratori e pensionati, cassaintegrati, para-subordinati, piccole partite iva e piccole imprese”.

Le parti si impegnano, si legge ancora nel protocollo, a dare risposte concrete con la progettazione partecipata di un più forte welfare locale come motore di sviluppo e ad attivare un confronto costante sull’utilizzo dei fondi e risorse già destinate agli Enti Locali e da quelle ulteriori che verranno previste del Governo, dal Recovery Fund e dal Mes rimanendo dentro il concetto fondante delle buone pratiche e dell’equità sociale. Dentro questo percorso viene riconfermato il ruolo primario dei Comuni come istituzione fondamentale per l’erogazione dei servizi di prossimità primari e indispensabili per la cittadinanza e quello delle parti sociali quale soggetto determinante di confronto per la tenuta e lo sviluppo economico e sociale, sostenibile ed equo”. Le Amministrazioni si impegnano a sviluppare il confronto sul Bilancio e su tutte le materie individuate anche, quando necessario, con incontri a livello sovra-comunale al fine di monitorare la qualità e quantità dei servizi.
La piattaforma è  frutto del percorso di concertazione con Cgil, Cisl, Uil.

In foto: da sinistra Flavio Rugi, Rossana Bottari e Gianfranco Maroni (Spi Cgil), il sindaco David Bussagli, Giuseppe Sottile (Fnp Cisl), Simone Pizzichi (Cgil Siena).

Potrebbe interessarti anche: Scorie radioattive nelle terre di Siena, NO netto della Cna

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 7 gennaio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su