Casole d'Elsa, il Palio dei ciuchi di Mensano quest'anno viene vinto dalla contrada “Le rocche”

Domenica 11 si è corso l'annuale Palio dei ciuchi a Mensano, piccolo e bellissimo borgo del comune di Casole d'Elsa. La competizione si svolge in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna dell'8 settembre, ricorrendo nel fine settimana più vicino a questa festività. Mensano viene diviso ideologicamente in quattro contrade: "Le fonti" con il colore celeste; "Il contado" contraddistinto dal colore verde; "Le rocche" in bianco; "I torrioni" con il colore rosso

  • Condividi questo articolo:
  • j

Domenica 11 si è corso l'annuale Palio dei ciuchi a Mensano, piccolo e bellissimo borgo del comune di Casole d'Elsa. La competizione si svolge in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna dell'8 settembre, ricorrendo nel fine settimana più vicino a questa festività. 

Mensano viene diviso ideologicamente in quattro contrade: "Le fonti" con il colore celeste; "Il contado" contraddistinto dal colore verde; "Le rocche" in bianco; "I torrioni" con il colore rosso.

Anche se la pioggia ha minacciato lo svolgersi del Palio, la manifestazione si è tenuta regolarmente. Il mossiere Andrea Burresi ha dato solo tre mosse non valide prima di quella definitiva. Il ciuco della contrada Le rocche, con il fantino veterano Giacomo Bigazzi, è partito spedito mantenendo la posizione fino al termine del secondo giro, quando (come spesso accade durante il Palio) non voleva andare avanti, ma ritornare indietro. Il fantino è stato molto bravo e convincente a far desistere l'animale dal suo intento tanto da arrivare a vincere il 32° palio di Mensano.
La contrada esultante ha festeggiato e sbandierato fino alla piazza e per le vie del paese che si sono colorate di bianco. Con questa vittoria Le rocche conta sei palii vinti, a pari merito con i Torrioni, acerrimi nemici. Le altre contrade, Le fonti e Il contado restano irraggiungibili al vertice della classifica con circa dieci pali a testa.
La festa si è conclusa con la "sfida alla corte del campanile", con canti, balli ed intrattenimenti, in una piazza della chiesa gremita di persone che applaudivano divertite.

La manifestazione come al solito è iniziata giovedì con la processione alla quale hanno partecipato più di cento persone e con otto sacerdoti presenti alla celebrazione. Al termine, con un ricco rinfresco, è stata inaugurata la mostra con opere dell'artista Marzia Marchini, autrice del palio di Mensano 2016.
Venerdì c'è stato lo strepitoso concerto di musica classica nella romanica Pieve di San Giovanni decollato (appena riaperta dopo i lavori di consolidamento) che con la sua acustica eccezionale ha reso magiche le interpretazioni dei quattro artisti, provenienti dalle fila del Maggio Fiorentino, facendo emozionare gli spettatori presenti.
Sabato sera grande partecipazione per la cena in piazza con presentazione del palio, dei fantini e tanto intrattenimento con l'ennesima prova eccelsa della cucina mensanese.

Chi si è perso il palio deve attendere l'anno prossimo per vederlo di nuovo. Mensano, invece, può essere visitato ogni giorno oppure in occasione del festival Fantastic'Arte che si svolgerà domenica 25 settembre.

Pubblicato il 13 settembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su