Cast stellare per la stagione teatrale congiunta di Colle, Poggibonsi e Certaldo

Tre teatri insieme, un unico polo teatrale che conta 1.600 posti e che anche quest'anno propone un ricchissimo cartellone congiunto: 25 gli spettacoli in abbonamento (20 di prosa e 5 di musica classica), cinque gli spettacoli fuori abbonamento, più la rassegna Maggio Amatoriale. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le fasce d'età. Spettacoli di grande spessore artistico, grandi nomi del teatro e della tv, un'offerta eterogenea che spazia dalla prosa classica a quella contemporanea, passando per la musica, la lirica, il musical e il teatro ragazzi

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Alessandro Benvenuti, Lorella Cuccarini, Emilio Solfrizzi, Veronica Pivetti, Ambra Angiolini, Daniele Pecci, Vinicio MArchioni, Tosca D'Aquino, Roberta Lanfranchi, Paolo Hendel, Massimo Ranieri, Giampiero Ingrassi, Maria Amelia Monti. Sono solo alcuni dei protagonisti del nuovo cartellone della stagione teatrale e concertistica 2018/2019 dei teatri di Colle, Poggibonsi e Certaldo che è stato presentato ieri pomeriggio, giovedì 13 settembre, al Teatro del Popolo di Colle di Val d’Elsa. Presente, oltre agli amministratori dei rispettivi comuni e ai direttori artistici dei teatri, anche Roberto Ciufoli, che il 4 dicembre sarà proprio nel teatro colligiano con "A Christmas Carol", spettacolo ispirato al racconto "Canto di Natale" di Charles Dickens.

Tre teatri insieme, un unico polo teatrale che conta 1.600 posti e che anche quest’anno propone un ricchissimo cartellone congiunto: 25 gli spettacoli in abbonamento (20 di prosa e 5 di musica classica), cinque gli spettacoli fuori abbonamento, più la rassegna Maggio Amatoriale. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le fasce d’età. Spettacoli di grande spessore artistico, grandi nomi del teatro e della tv, un’offerta eterogenea che spazia dalla prosa classica a quella contemporanea, passando per la musica, la lirica, il musical e il teatro ragazzi. 

La stagione teatrale congiunta si aprirà il 30 ottobre al Politeama con la commedia “Non mi hai più detto ti amo”, mentre quella concertistica comincerà a dicembre con il tradizionale Concerto di Natale. I fuori abbonamento, come avevamo avuto modo di annunciare nei giorni scorsi, saranno cinque: tra questi, il consolidato appuntamento con "Teatro a Merenda" e "Maggio amatoriale" e la replica, a grande richiesta, del musical della Ballet Academy “Romeo e Giulietta”. Immancabile, al Boccaccio, la rassegna “Maggio amatoriale”, con le compagnie del territorio.

«Abbiamo lavorato con una visione a 360 gradi in modo da poter accontentare questo pubblico vasto - ha detto l'assessore alla Cultura del Comune di Colle di Val d'Elsa Anna Maria Cotoloni - con un'attenzione particolare ai giovani. Il teatro può essere un momento riflessivo per i ragazzi. Il teatro è cultura, è divertimento, è pensare oltre che stare insieme. Ovviamente c'è un lavoro importante alle spalle. In questo territorio cerchiamo da tempo di lavorare in rete. Ringraziamo lo storico gruppo teatrale, l'azienda Multiservizi, Monica Rodani e Carlo Spinelli per la programmazione, Sandra Busini dell'ufficio cultura e la Fondazione Elsa, l'elemento importante che ha coordinato il tutto. Ne approfitto per annunciare che presto riaprirà anche il Teatro dei Varii (non vi dico quando perché l'ho fatto una volta e poi non ho potuto mantenere la promessa). E' un regalo alla comunità, è giusto che questo teatro del Settecento torni a brillare».

«Siamo gli ultimi ad entrare all'interno della rete teatrale della Val d'Elsa - ha detto il sindaco di Certaldo Giacomo Cucini -, ma per un motivo molto semplice: non avevamo un teatro. Come ogni anno ringrazio le amministrazioni di Colle e di Poggibonsi e la Fondazione Elsa per averci permesso di far parte di quest'avventura, che è solida e allo stesso tempo coraggiosa, in linea con quelle che sono le esigenze di un pubblico vario e variegato. uesto per me è sempre un momento importante, perché simboleggia come cerco di amministrare il mio Comune e valori per me fondamentali: la qualità culturale che dobbiamo promuovere e sostenere e la rete collaborativa tra comuni vicini. Credo che in questo periodo in particolare dobbiamo farci forza tra di noi, mettendo insieme le peculiarità e le specificità di ciascuno per dare un servizio sempre migliore ai cittadini. In questa logica è inutile farsi concorrenza come teatri, ma invece è molto utile lavorare insieme per offrire in pochi chilometri di distanza un'offerta teatrale e cinematografica ricca e multitematica, senza sovrapposizioni. All'interno di questo mandato abbiamo avuto la fortuna di riaprire il Teatro Boccaccio, che era chiuso da 14 anni lunghi di cantieri e imprevisti. Se quel teatro riesce ad essere uno dei punti di riferimento della Val d'Elsa e non solo per la comunità di Certaldo, credo che tutti insieme abbiamo vinto una bella scommessa. Ringrazio chi lavora dietro le quinte, primo tra tutti il dottor Martinelli, perché vi assicuro che non è affatto facile realizzare tutto questo».

«Siamo qua dopo le settimane di rilassamento estive - ha concluso il sindaco di Poggibonsi David Bussagli -, il momento in cui i nostri teatri tornano ad animarsi. Questa serata è diventata ormai un appuntamento fisso, un'occasione per presentare la stagione dei nostri teatri che mette insieme linguaggi e pubblico diversi, un momento in cui si fa anche un po' il bilancio del percorso fatto. Il percorso di Poggibonsi per certi aspetti somiglia a quello di Certalto: la ricostruzione del Teatro Politeama è stata preceduta negli anni e, anche se travagliata, ha generato un effetto positivo significativo insperato non solo nella struttura in sé, ma anche in tutta l'area del centro storico. Questo grazie all'attività delle tantissime persone che lo animano, che lo rendono uno spazio di corretta relazione tra le persone, in cui la comunità si conosce, si riconosce e avvia e costruisce un percorso di crescita. E' bello che questo percorso di crescita sia designato e pensato insieme a Colle e Certaldo. Ringrazio anche io chi rende possibile tutto questo, in particolare la Fondazione Elsa».

Gli spettacoli sono stati illustrati dai direttori artistici: Monica Rodani e Carlo Spinelli (Colle), Luca Losi (Poggibonsi), Gianfranco Martinelli (Certaldo). Alcune novità. "Teatro a Merenda", la rassegna per bambini e famiglie giunta alla XXIV edizione, si terrà quest'anno anche a Colle di Val d'Elsa. Sempre a Colle, inoltre, sarà possibile fare un solo abbonamento (non di più tipi, come le altre volte). «Dopo un'attenta riflessione - ha spiegato Cotoloni - abbiamo deciso di fare un abbonamento unico di otto spettacoli e cercare di offrire un pacchetto abbastanza variegato per uniformarsi agli altri teatri e semplificare la scelta degli abbonati».

Per informazioni su date, costi, orari, promozioni, vendita e prevendita, è possibile contattare i tre teatri: il Teatro del Popolo al numero 0577-921105, consultando il sito www.teatrodelpopolo.it oppure scrivendo un’e-mail all’indirizzo  teatro.popolo@comune.collevaldelsa.it; il Teatro Politeama al numero 0577-983067, consultando il sito www.politeama.info oppure scrivendo un’e-mail all’indirizzo biglietteria@politeama.info., il Teatro Boccaccio allo 0571 664778, consultando il sito www.multisalaboccaccio.it o scrivendo a info@multisalaboccaccio.it

Pubblicato il 14 settembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su