Castelfiorentino si rifa il look. Quasi due milioni grazie al bando periferie VIDEO

Sono coinvolti nell'intervento gli edifici pubblici o in comodato d'uso al pubblico della zona che una volta era Castelvecchio. I lavori riguarderanno il completamento della parte che guarda alla pieve dei Santi Ippolito e Biagio, sia quella che guarda verso Volterra con tanto di accessi, sia quella che è già borgo storico e arriva fino a piazza del Popolo davanti alla pieve di San Lorenzo e al Palazzo comunale

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Grazie ai finanziamenti del "Bando periferie" per il progetto con gli interventi proposti dalla Città Metropolitana di Firenze, restyling per la zona di Castello Alto, nel territorio comunale di Castelfiorentino. A fronte di un investimento totale di circa 2,5 milioni di euro, grazie al Bando sono stati erogati 1,7 milioni di euro. Le altre risorse, invece, verranno reperite attraverso un project financing destinato all'illuminazione pubblica. 

Sono coinvolti nell'intervento gli edifici pubblici o in comodato d'uso al pubblico della zona che una volta era Castelvecchio. I lavori riguarderanno il completamento della parte che guarda alla pieve dei Santi Ippolito e Biagio, sia quella che guarda verso Volterra con tanto di accessi, sia quella che è già borgo storico e arriva fino a piazza del Popolo davanti alla pieve di San Lorenzo e al Palazzo comunale.

Altri lavori importanti saranno effettuati al Palazzo comunale ed alla biblioteca, edifici storici di grande pregio che verranno riqualificati. Grazie al "Bando periferie", in biblioteca verrà riattivato l'utilizzo del secondo piano con l'archivio dei libri storici. Ma soprattutto con questo Bando si punta a collegare la parte alta di Castelfiorentino a quella bassa attraverso l'installazione di un sistema di ascensori. 

Infine a Castelfiorentino sono previsti altri interventi per tutta una serie di complementarietà, come ad esempio i progetti che riguardano la Strada dei Mestieri, il progetto di recupero della marginalità focalizzato sulle fasce giovanili e una serie di interventi tra cui la costituzione della zona a traffico limitato. Per quanto concerne le tempistiche, il "Bando periferie" impone che i lavori siano conclusi entro la fine del 2018.

Pubblicato il 25 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su