Castelfiorentino: successo per l’incontro pubblico per difendersi dalle truffe dei falsi addetti

All’iniziativa organizzata in collaborazione con le associazioni di categoria dei pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp, Auser Filo d’Argento) sono intervenuti il vicepresidente di Acque SpA, Giancarlo Faenzi, la dirigente del servizio clienti, Paola Bellini, l’assessore del Comune di Castelfiorentino, Alessandro Tafi e, in rappresentanza dello Spi Cgil provinciale, Daniela Borselli. Gli ospiti hanno fornito preziosi consigli ai presenti per contrastare le truffe dei falsi addetti

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

I consigli del gestore idrico e dell’amministrazione comunale per evitare di ritrovarsi vittime di un raggiro. Le raccomandazioni a contattare le forze dell’ordine nel caso in cui si abbia la sensazione di essere davanti a un tentativo di truffa. L’invito ai cittadini ad attivarsi in un prezioso passaparola, affinché il messaggio di prevenzione possa circolare in modo efficace tra la popolazione. Mercoledì 12 luglio la campagna informativa di Acque SpA per difendersi dalle truffe dei falsi addetti, rivolta agli utenti del Basso Valdarno, è sbarcata in Valdelsa, con la prima tappa di Castelfiorentino, presso l’Ostello della Gioventù.

All’iniziativa organizzata in collaborazione con le associazioni di categoria dei pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp, Auser Filo d’Argento) sono intervenuti il vicepresidente di Acque SpA, Giancarlo Faenzi, la dirigente del servizio clienti, Paola Bellini, l’assessore del Comune di Castelfiorentino, Alessandro Tafi e, in rappresentanza dello Spi Cgil provinciale, Daniela Borselli. Gli ospiti hanno fornito preziosi consigli ai presenti per contrastare le truffe dei falsi addetti, fenomeno tanto più odioso poiché molto spesso perpetrato ai danni di persone sole e anziane. Dal canto loro, i cittadini hanno raccontato esperienze vissute sulla propria pelle, hanno fatto domande e avanzato suggerimenti per fare “fronte comune” contro le truffe.

Con questo ciclo di incontri, l’obiettivo di Acque, oltre a quello di informare, è di coinvolgere il maggior numero di persone favorendo confronti diretti e lo scambi di opinioni. Per questo il gestore idrico del Basso Valdarno ha preparato anche volantini e opuscoli, consegnati ai presenti, affinché loro stessi si facciano promotori della diffusione del messaggio. Un modo per ricordare come gli addetti di Acque non effettuino sopralluoghi di alcun genere all’interno delle abitazioni, e come sia necessario, in casi sospetti, rivolgersi subito alle forze dell’ordine. In occasione di questa campagna è stata inoltre realizzata una pagina web con materiali multimediali su questo argomento all’indirizzo www.acque.net/acque-non-bussa-alla-porta.

In queste settimane la campagna di Acque SpA proseguirà in altre zone del territorio gestito. I nuovi appuntamenti nell’area dell’Empolese-Valdelsa sono in programma a partire dal prossimo settembre. L’invito a partecipare è ovviamente rivolto a tutti i cittadini. 

Pubblicato il 18 luglio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su