Castelfiorentino, Tricarico di Forza Italia: "Falorni si adoperi contro i botti di Capodanno"

Tricarico: "Visto e considerato che l'impiego di petardi, razzi e fuochi pirotecnici non è per nulla confinato ai pochi minuti che segnano la fine dell'anno e l'inizio di quello nuovo, sarebbe opportuno che il sindaco, Alessio Falorni, adottasse una specifica ordinanza volta a sottoporre a restrizioni sia la vendita, che l'impiego dei "botti"

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il Consigliere Comunale di Fi a Castelfiorentino, Vincenzo Tricarico, torna a parlare dei boti di fine anno. . "Visto e considerato che l'impiego di petardi, razzi e fuochi pirotecnici non è per nulla confinato ai pochi minuti che segnano la fine dell'anno e l'inizio di quello nuovo, sarebbe opportuno che il sindaco, Alessio Falorni, adottasse una specifica ordinanza volta a sottoporre a restrizioni sia la vendita, che l'impiego dei "botti". Sarebbe necessario per la sicurezza delle persone, per il benessere animale oltre per i danni e lo sporcamento degli spazi pubblici. Qualora il sindaco non ritenesse opportuno intervenire (a differenza di molte altre amministrazioni comunali ben più avvedute) con un'ordinanza specifica, dovrebbe quantomeno adoperarsi affinché siano fatte maggiormente rispettare le disposizioni contenute nel regolamento di polizia urbana, laddove determinate azioni, quelle dei botti per l'appunto, potrebbero essere sanzionate dalle forze dell'ordine. Non è più sopportabile l'uso smodato, senza regole, in ogni periodo dell'anno, dei botti. Ricordo inoltre che giusto pochi giorni fa la camera dei deputati ha licenziato un nuovo pacchetto di norme a tutela dell'ambiente che prevedono sanzioni pesantissime per l'abbandono di rifiuti, mozziconi e gomme da masticare. L'abbandono di petardi e razzi esplosi, pur non essendo esplicitamente citato nella legge, produce danni del tutto simili, se non persino peggiori, rispetto al mozzicone di sigaretta schiacciato col tacco della scarpa". 

Pubblicato il 27 dicembre 2015

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su