Bisniflex Poggibonsi showroom

Castello Alto, a Castelfiorentino prende corpo la nuova ZTL. Bruchi: «Esigenza di regolamentare accesso e sosta»

Castello Alto, prende corpo la nuova ZTL che dovrà regolamentare l'accesso e la sosta nelle ore notturne. Un piano che sta assumendo contorni sempre più definiti, grazie agli incontri già avuti con i cittadini e al sondaggio che l'Amministrazione Comunale si sta apprestando a realizzare nei prossimi giorni per avere un quadro più chiaro delle loro effettive esigenze

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Castello Alto, prende corpo la nuova ZTL che dovrà regolamentare l'accesso e la sosta nelle ore notturne. Un piano che sta assumendo contorni sempre più definiti, grazie agli incontri già avuti con i cittadini e al sondaggio che l'Amministrazione Comunale si sta apprestando a realizzare nei prossimi giorni per avere un quadro più chiaro delle loro effettive esigenze.
 
E' questa la novità (la seconda nelle ultime settimane) che dopo il bando sulla «Via dei Mestieri» punta a restituire slancio alla parte alta del paese, attraverso la partecipazione e il  contributo diretto della popolazione. Una nuova ZTL ritagliata, dunque, come «un abito su misura», contemperando varie esigenze: la sosta delle auto nelle ore notturne per i residenti, il rispetto dei divieti e infine maggiori controlli, anche attraverso l'ausilio delle telecamere.
 
«Subito dopo il Natale – sottolinea l'Assessore alla Sicurezza, Simone Bruchi - sarà inviato un modulo a tutte le famiglie residenti nel paese alto, nel quale dovranno essere indicati la composizione del nucleo familiare, le auto di proprietà e le richieste di permesso. Questo servirà a fare un censimento delle auto che hanno necessità di parcheggiare di notte in Castello Alto. Una volta terminata la raccolta  dei moduli, faremo un nuovo incontro con i cittadini dove presenteremo la nostra proposta».
 
«Crediamo – prosegue Bruchi – che un intervento sia necessario, per regolarizzare una situazione che si trascina ormai da troppo tempo. Noi formuleremo una proposta che vada incontro sia alle necessità dei cittadini residenti che a quelle delle attività presenti in quest'area, che dovranno essere non danneggiate ma al contrario favorite da una situazione di maggiore controllo».
 
«Siamo partiti con una serie di incontri con la popolazione – conclude Bruchi – e intendiamo proseguire in questa direzione, poiché siamo dell'idea che i cittadini stessi devono essere i primi ad essere convinti delle regole che chiedono e dovranno rispettare, nella prospettiva di risolvere alcuni problemi di viabilità e nel contempo migliorare sensibilmente la qualità della vita e la convivenza nel centro storico alto.»
 
«Il rilancio di Castello Alto – sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni – passa dalla somma di tante azioni, di matrice differente ma tra loro complementari. Passa dalla rinascita di piccole attività artigianali e commerciali, che stiamo cercando di incentivare con il Bando sulla «Via dei Mestieri», una maggiore regolamentazione della viabilità e della sosta, che potrà trovare nella nuova ZTL una risposta adeguata, una riqualificazione delle strade e un migliore decoro urbano, su cui ci stiamo impegnando a fondo, e infine una maggiore sicurezza, che presto potenzieremo con l'installazione della videosorveglianza. Noi andiamo avanti così: è dalla politica dei «piccoli passi» che piano piano arrivano i risultati migliori e più duraturi». 

Pubblicato il 22 dicembre 2015

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su