Cena degustazione per riscoprire i ''Sapori Antichi di Poggibonsi''

Sabato 25 gennaio, Alcide Gourmet Club dedica il primo evento del 2020 alla sua città grazie alla collaborazione con le associazioni del territorio.

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Alcide Club Gourmet apre gli eventi del 2020 con una serata dedicata alla sua città. Grazie alla collaborazione con le associazioni "Amici di Poggibonsi", Astop, Pro Loco e con Rossella Merli, coordinatore culturale dell'Università dell'Età Libera, sabato 25 gennaio presso il ristorante Alcide, andrà in scena la prima edizione della cena degustazione: "Sapori Antichi di Poggibonsi". Un menù completo basato su un lavoro di ricerca che ha coinvolto le associazioni, passato attraverso i social, per iniziare a mettere insieme le tante ricette della città, classificarle e poi raccoglierle in una pubblicazione.

Dopo aver presentato piatti e prodotti tipici della Maremma e del Distretto Rurale di Montalcino, questa volta Alcide Gourmet Club dedica attenzione proprio alla sua città iniziando dalle materie prime. Le aziende agro-alimentari coinvolte infatti operano, tutte, sul territorio di Poggibonsi. I vini presentati durante la cena (sei etichette, dalle bollicine al Chianti Classico) sono della Cantina "Colline del Chianti" che ha la sua sede principale nel territorio comunale e raccoglie circa 260 vignaioli. I salumi sono della celebre macelleria Giulio Gambassi che da qualche anno ha aperto un suo punto di produzione negli Stati Uniti. Le carni sono della macelleria Loris Covati, nome al quale è legato un famoso modo dire poggibonsese. I formaggi pecorini sono del Caseificio Nuovo che ha la sua sede in località Fosci e che di recente ha rilevato un celebre negozio del centro storico. Anche in cucina ci sarà una poggibonsese doc, esperta delle tradizioni gastronomiche, a seguire gli chef di Alcide durante le preparazioni. Si tratta di Laura Capezzuoli che porta in dote le sue ricette per le "Paste Sudicie" (tagliatelle al ragù con fegato di coniglio) e la Zuppa di Cipolle.

Altre ricette, come quella dei crostini neri, provengono da mamme e nonne della città. Due sono tipiche del ristorante Alcide. Si tratta della "Trippa di nonna Letizia", il primo piatto del ristorante che ha dato origine ad una storia che ha appena festeggiato 170 anni. La ricetta ottocentesca, custodita nel Novecento da Maria Ancillotti, è una variante della trippa alla fiorentina. L'altra ricetta, sempre di Maria Ancillotti, è quella del "Baccalà con Patate". Fra i dolci della tradizione, accanto alla zuppa inglese, ne sarà riproposto uno quasi scomparso ma preparato da tutte le famiglie fino agli anni Sessanta: i migliacci bianchi.

"E' l'inizio di un lavoro - spiega Rossella Merli a nome di tutte le associazioni coinvolte - che ha già preso forma nel primo dei nuovi quaderni poggibonsesi che sabato prossimo riproporremo. Riscoprire la gastronomia di un territorio significa aggiungere un tassello alla sua storia, sarebbe bello riuscire a raccogliere in una pubblicazione tutte le ricette che caratterizzano Poggibonsi".

"Credo sia importante quello che stanno facendo le associazioni - dice Roberta Ancillotti, Ad dell'Hotel Ristorante Alcide - e noi diamo volentieri il nostro contributo. L'idea di questa manifestazione ci è venuta proprio dal loro attivismo. Li ringrazio di aver accettato di collaborare, spero che questa sia solo la prima edizione, c'è molto da riscoprire nella nostra gastronomia".

Per partecipare a "Sapori Antichi di Poggibonsi, alla ricerca delle antiche ricette del nostro paese", in programma per sabato 25 gennaio alle ore 20 presso il ristorante Alcide, è preferibile prenotare, i posti disponibili sono bloccati a cento per motivi organizzativi. E' possibile farlo direttamente sul sito www.ristorantealcide.com, dove è possibile trovare tutte le informazioni necessarie ed il menù completo), oppure in alternativa componendo il numero telefonico 0577 937501.

Potrebbe interessarti anche: Al Roncalli in mostra le storiche macchine Olivetti

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 22 gennaio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su