Certaldo, al poliedrico Leo Gullotta il 17° Premio Calindri

Il riconoscimento viene dato ogni anno dalla famiglia Calindri e dal Comune di Certaldo a personaggi del mondo del teatro, cinema e tv, in memoria di Ernesto Calindri, che nacque nel 1909 a Certaldo dove i genitori si trovavano in tournèe teatrale. L?evento si svolgerà al Teatro Boccaccio, riaperto lo scorso anno dopo lunghi lavori di ristrutturazione, laddove si trovava il palco che fu calcato tante volte da Ernesto Calindri

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Venerdì 24 giugno 2016 ore 21.30, con ingresso libero, presso il Cinema Teatro Multisala Boccaccio, si terrà la cerimonia della XVII edizione del Premio Ernesto Calindri, che verrà assegnato quest'anno a Leo Gullotta, mentre il “Premio Attore Emergente” sarà conferito a una giovane figlia d'arte: Carlotta Proietti. Il riconoscimento viene dato ogni anno dalla famiglia Calindri e dal Comune di Certaldo a personaggi del mondo del teatro, cinema e tv, in memoria di Ernesto Calindri, che nacque nel 1909 a Certaldo dove i genitori si trovavano in tournèe teatrale. L?evento si svolgerà al Teatro Boccaccio, riaperto lo scorso anno dopo lunghi lavori di ristrutturazione, laddove si trovava il palco che fu calcato tante volte da Ernesto Calindri. La serata sarà condotta dai fratelli Gilberto, Marco Gabriele Calindri, che alterneranno momenti di lettura di testi teatrali a momenti di rievocazione e ricordi in omaggio al padre Ernesto.

Leo Gullotta, vincitore del Premio Calindri, catanese, classe 1946 è un grande attore di teatro, cinema, televisione con oltre 50 anni di carriera alle spalle, festeggiati nel 2010, ma è anche la voce, come doppiatore, di volti celebri del cinema, come Joe Pesci. La sua popolarità cresce molto dagli anni ottanta acquista sempre maggiore popolarità, non soltanto televisiva, grazie agli spettacoli teatrali trasmessi in tv della Compagnia del Bagaglino, con innumerevoli parodie, dalla “signora Leonida” a quelle di Raffaella Carrà o Gina Lollobrigida. Ma Gullotta è un grande attore cinematografico, con decine di interpretazioni anche in film di grandi maestri, da Giuseppe Tornatore (Nuovo Cinema Paradiso, L'uomo delle stelle, Il camorrista, Baaria) e Nanni Loy, Steno, Ricky Tognazzi. Ha vinto 3 David di Donatello e 3 Nastri d'argento come miglior attore non protagonista. Nel 2011 ha prodotto con Fabio Grossi il film-documentario In Arte Lilia Silvi che racconta vita e carriera dell'ultima diva del Cinema dei telefoni bianchi, Lilia Silvi, documentario che ha vinto il Nastro d'argento e ha partecipato al VI Festival internazionale del film di Roma.

A Carlotta Proietti, va invece la seconda edizione del “Premio Attore Emergente”. Figlia di Gigi Proietti, da sempre amante della lettura, della scrittura e della musica, studia canto e si laurea in Storia del Melodramma (DAMS presso Università degli Studi di Roma Tre) e successivamente nel 2012 consegue il diploma di partecipazione al corso biennale professionale per attori il Cantiere Teatrale di P. T. Cruciani. Lavora come attrice di teatro in varie compagnie e di televisione per RaiFiction. Fa anche esperienza nel doppiaggio. Nel 2011 completa il suo album debutto scritto in collaborazione anche con Giancarlo Bigazzi. Attualmente proseguono i live con la sua band, Carlotta Proietti e i Blatters, e il suo lavoro in teatro.

“Siamo lieti di accogliere un attore di grande esperienza e di riconosciuto valore artistico come Leo Gullotta – dice il sindaco Giacomo Cucini – qui, sul palco dove anche Ernesto Calindri, le sue compagnie teatrali e quella dei suoi genitori recitarono, daremo un riconoscimento per premiare l'impegno e la professionalità, la qualità del recitare, che contraddistingueva Ernesto e che contraddistingue un interprete di oggi come Leo Gullotta. Un'iniziativa che possiamo portare avanti grazie all'impegno organizzativo e non solo dei figli di Ernesto, che ringrazio e che quest'anno ci condurranno in un viaggio lungo il teatro e lungo la sua vita per tutta la serata”

“L'edizione di quest'anno conferma il ritorno nella sua sede naturale, ovvero il Teatro Boccaccio – dice Francesca Pinochi, assessore alla cultura – e vede la seconda edizione del nuovo premio principale all'attore emergente. Il premio va a Carlotta Proietti, che è figlia d'arte proprio come fu a suo tempo Ernesto Calindri.”.

Questo l'albo d'oro del “Premio Calindri”: Giustino Durano (anno 2000), Arnoldo Foà (2001), Ugo Pagliai e Paola Gassman (2002), Paola Quattrini (2003), Paolo Ferrari (2004), Pippo Baudo (2005), Carlo Verdone (2006), Tullio Solenghi (2007), Fabrizio Frizzi (2008), Christian De Sica (2009), Maurizio Mattioli (2010), Marisa Laurito (2011), Maria Amelia Monti (2012), Luca Barbareschi (2013), Giuseppe Pambieri (2014), Sebastiano Somma (2015).

Questo l'albo d'oro del “Premio attore emergente”: Antonio Speranza.

La serata è realizzata con la preziosa collaborazione di: Albergo Ristorante Latini, Foto Nencini, Grazie dei Fiori, Locanda Linando II, Ristorante Il Castello, Ristorante Taverna L'Antica Fonte. 

Pubblicato il 17 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su