Certaldo, approvato l'atto per la progettazione della riqualificazione del centro

«Con questo atto diamo il via alla progettazione concreta centro urbano del futuro - dice il sindaco Giacomo Cucini - con un percorso graduale ma concreto che ci porterà a rinnovare tutto il centro. Come stiamo già facendo per il quartiere del campo sportivo, partiamo da una progettazione complessiva. Successivamente si dovranno stabilire le priorità ed individuare le risorse: sarà un lavoro che naturalmente mi auguro di poter portare avanti personalmente, nei prossimi anni»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La Giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo e preliminare alla progettazione per riqualificare il cuore pulsante della vita civile e sociale di Certaldo, ovvero piazza Boccaccio, via 2 Giugno, parte di Borgo Garibaldi, via Roma e via XX Settembre.

L’obiettivo è chiaro: rinnovare marciapiedi pedonali, sedi stradali, piste ciclabili, aree di sosta e parcheggio, opere a verde, arredo urbano, abbattere le barriere architettoniche e mettere in campo le soluzioni necessario per rendere il centro più accogliente, vivibile, fruibile.

SI tratta ora di fare il progetto, ma non si parte da zero. Nel 2013 fu infatti bandi un Concorso di Idee per la riqualificazione Paesaggistica Ambientale del percorso urbano dell'ex S.S. n. 429 e principali deviazioni che vide partecipare numerosi studi di architettura italiani e individuò i tre progetti migliori. La Giunta comunale ha deliberato che le 3 idee progettuali dell’epoca vengano oggi assunte ufficialmente a Documento preliminare alla progettazione.

Sulla base di questo documento, l’amministrazione bandirà nei prossimi una gara ai sensi del D.LGS. 50/2016 per individuare un professionista che, a partire dal Documento preliminare alla progettazione, rediga uno studio di fattibilità tecnica ed economica ed il progetto definitivo. L’amministrazione si riserverà di affidare allo stesso professionista anche la progettazione esecutiva. Inoltre il progettista avrà l’obbligo di fare un percorso di partecipazione con i cittadini, per ascoltare suggerimenti ed esigenze e valutare così le migliori modalità di utilizzo degli spazi.

Ad oggi è stata fatta anche una stima delle risorse finanziarie che servirebbero per questi interventi, circa 1.500.000 euro; stima che verrà aggiornata ed eventualmente anche suddivisa in lotti quando sarà realizzata la progettazione.

«Con questo atto diamo il via alla progettazione concreta centro urbano del futuro - dice il sindaco Giacomo Cucini - con un percorso graduale ma concreto che ci porterà a rinnovare tutto il centro. Come stiamo già facendo per il quartiere del campo sportivo, partiamo da una progettazione complessiva. Successivamente si dovranno stabilire le priorità ed individuare le risorse: sarà un lavoro che naturalmente mi auguro di poter portare avanti personalmente, nei prossimi anni, ma con questa procedura sarà comunque naturale portarlo avanti in modo coerente e coordinato. L’attenzione al centro urbano c’è stata da subito, con il rifacimento di piazza della libertà, ma anche con il percorso del PUMS che ci ha portato a progettare la zona 30 che sperimenteremo nei prossimi mesi. Con questo progetto mettiamo le basi anche per una riqualificazione generale degli spazi che, meno attraversati dalle auto e più funzionali, potranno rinnovare il loro ruolo di centro di aggregazione sociale e civica nella Certaldo del futuro».

Pubblicato il 10 gennaio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su