Certaldo, Fermati e respira la Toscana

La campagna di promozione turistica del Comune di Certaldo

 CERTALDO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una coppia di fidanzati passa veloce in moto lungo le strade della Toscana, arriva nel borgo di Certaldo, si ferma. Qui, immersi nella storia, tra le mura e la campagna, senza assembramenti, sente di potersi rilassare. Apre le braccia verso Palazzo Pretorio e il paesaggio che lo circonda facendo un respiro largo e profondo, perchè finalmente si può tornare a vivere il proprio tempo libero, frequentare i ristoranti, vedere dal vivo l’artigianato, vivere arte e cultura: “Certaldo, fermati e respira la Toscana”.

Così, in appena un minuto di immagini, il Comune di Certaldo – la patria di quel Boccaccio che tirò fuori dalla peste del ‘300 la società dell’epoca, coi racconti del Decameron intrisi di una nuova idea di umanità – prova a raccontare al pubblico di turisti e cittadini, toscani e italiani, la possibilità di rimettersi in moto e rinascere, in tempi di Covid-19, in modo sicuro ma anche piacevole, aperto, inclusivo. Puntando su un turismo ed uno stile di vita che quì, anche prima della pandemia, erano caratterizzati dalla prevalenza della qualità sulla quantità, dal valore dell’artigianalità e delle piccole cose, dal tempo che scorre lento e dall’ampiezza degli spazi, dalla possibilità di alternare cultura, sport, ambiente, arte, artigianato e cibo.

Altro segno distintivo della campagna, il messaggio di “inclusività”: infatti, a fianco della giovane coppia e della famiglia presente nel video, nelle cartoline che verranno promosse e sponsorizzate sui social network anche altri certaldesi che si sono prestati a dare un segno di questa idea aperta e accogliente di comunità: una persona in carrozzina elettrica, una coppia di pensionati, una cicloturista, uno straniero di origini senegalesi, una coppia di donne, due sposi freschi di nozze che a Certaldo, meta prediletta per il turismo matrimoniale, non poteva mancare.

Siamo soddisfatti di poter presentare questa campagna, che ha al centro il concetto del “respiro” e di “inclusività”, valore che sta connotando entrambi i mandati di questa amministrazione – dice il sindaco Giacomo Cucini – nelle immagini fotografiche che saranno veicolate, saranno protagonisti non solo i luoghi tipici di Certaldo intesi come beni culturali e paesaggistici, ma anche alcuni cittadini di diversa età, provenienza, attitudine, che in veste di potenziali turisti hanno accettato di partecipare per dare un segnale di apertura ed accoglienza a chi ci guarda da fuori. Nel giro di poche settimane abbiamo messo in campo un contest letterario nazionale in collaborazione con Touring Club Italiano; il rinnovamento dell’allestimento museale di Palazzo Pretorio; stipulato un accordo triennale con la Pro Loco per attività di informazione e promozione; organizzato una stagione di cinema e teatro estivi mai realizzata prima, sostegni economici alle imprese che uscivano dalla pandemia. Questa campagna di promozione è l’occasione per rinfrescare e promuovere la nostra immagine, ringrazio fin da ora la Pro Loco per le attività che svolge, le imprese del settore sulle quali contiamo per rilanciare la campagna e promuovere Certaldo con nuove opportunità e pacchetti di promozione, i cittadini che si sono prestati per questa iniziativa. Ci siamo inoltre già attivati per cogliere anche tutte le opportunità che l’ambito turistico Empolese Valdelsa e Montalbano e la Regione Toscana hanno messo in piedi per rilanciare la Toscana in Italia e nel mondo”.

La campagna verrà veicolata in collaborazione con Associazione Pro Loco, i canali social @visitcertaldo ed il sito www.visitcertaldo.com, L’amministrazione interagirà anche con “Toscana nel Cuore” e con la campagna “Rinascimento senza fine”, lanciata da Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, per la quale, non appena saranno disponibili i media kit, verranno personalizzate e diffuse altre belle immagini di Certaldo brandizzate appositamente per i canali di promozione regionali, per una strategia di promozione a 360 gradi

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus: 6 nuovi casi, zero decessi, zero guarigioni

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 22 luglio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su