Certaldo, prorogate al 21 gennaio le mostre Omaggio a Boccaccio e Memorie di Toscana

Due mostre che concludono una stagione espositiva caratterizzata dalla parola #omaggio a significare l'importanza del donarsi agli altri, del fare dono della propria arte, della cultura, della conoscenza

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Prorogate fino a domenica 21 gennaio 2018 le mostre attualmente presenti nel Palazzo Pretorio di Certaldo, ovvero "Omaggio degli artisti a Giovanni Boccaccio", opere ispirate alle novelle del Decameron e realizzate da importanti artisti italiani e stranieri, e"Memorie di Toscana - viaggio tra storie note e meno note" dell'artista fiorentino Mario Minarini.

"Omaggio degli artisti a Giovanni Boccaccio" è una selezione di 52 opere, scelte tra le oltre 700 che fanno parte della collezione comunale che raccoglie opere ispirate alle novelle del Decameron e realizzate da artisti come Renato Guttuso, Emilio Greco, Aligi Sassu e altri ancora. La collezione nacque a seguito di un appello lanciato da un comitato promotore, cui aderirono Comune di Certaldo ed Ente nazionale Giovanni Boccaccio, che nel 1967 consentì di raccogliere circa 300 opere che illustravano complessivamente 75 delle 100 novelle del Decameron. Appello ripetuto nel 1997, a 30 anni dal primo Omaggio, e nel 2013, nel VII Centenario della nascita di Boccaccio. Collezione cui si sono aggiunte, fino ai giorni nostri, opere donate da artisti viventi. La mostra - della quale è stato realizzato anche il catalogo, disponibile al bookshop di Palazzo Pretorio -  ha il patrocinio di Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Toscana, Città Metropolitana, Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa, Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, Associazione Letteraria Giovanni Boccaccio e Associazione Nazionale Case della Memoria con il contributo del Rotary Club Valdelsa e grazie alla collaborazione di aziende locali.

"Memorie di Toscana - viaggio tra storie note e meno note" dell'artista fiorentino Mario Minarini è una mostra che nasce da un lavoro parallelo tra il pittore Minarini e lo scrittore Leonardo Nozzoli. Ogni quadro è legato a una storia artistica, umana, storica. Una veduta su Lucca con la casa di Antonio Possenti sullo sfondo, un albero dell'Orsigna divenuto meta di pellegrinaggio in memoria di Tiziano Terzani, e altri ancora. La mostra è promossa dal Comune di Certaldo, con la collaborazione del Consiglio Regionale della Toscana. Il percorso espositivo, 12 opere ad olio su tela e su tavola, si snoda in due sale al piano terra del Palazzo Pretorio.

Due mostre che concludono una stagione espositiva caratterizzata dalla parola #omaggio a significare l'importanza del donarsi agli altri, del fare dono della propria arte, della cultura, della conoscenza.

Questi gli orari del Palazzo Pretorio e delle mostre: orario 9.30 - 13.30 - 14.30 - 16.30, chiuso il martedì. Ingresso euro 4,00 comprensivo di visita alla Casa di Boccaccio. Ingresso gratuito per i residenti nel Comune di Certaldo.

Pubblicato il 4 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su