Vivaio Il Roseto

Chi è Alessio Petri, il poggibonsese che ha partecipato a Bake Off Italia 2022

Alessio è uno studente di 24 anni e ci racconta la sua avventura in Bake Off Italia 2022, il programma condotto da Benedetta Parodi. ''Collegai che 'felicità' e 'dolci' potevano andare di pari passo''

 ALESSIO PETRI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Bake Off Italia 2022 è il programma condotto da Benedetta Parodi, in onda dal 2 settembre scorso su Real Time. Da sempre Bake Off Italia è uno dei programmi più apprezzati e amati dal pubblico di Real Time e quest’anno lo show più dolce della tv è giunto alla sua decima edizione. 16 aspiranti pasticceri stanno affrontando un percorso lungo 14 puntate, ognuna caratterizzata dalle 3 classiche sfide: la prova creativa, la prova tecnica e la prova sorpresa, al termine delle quali sarà proclamato il Miglior pasticcere amatoriale d’Italia dalla conduttrice Benedetta Parodi e dai giudici Ernst Knam, Damiano Carrara e Tommaso Foglia.

Noi di Valdelsa.net abbiamo incontrato Alessio Petri, che ha vissuto la bella esperienza della partecipazione al programma, uscito ad un passo dalla semifinale, incuriositi gli abbiamo fatto qualche domanda.

Ci ha raccontato di essere nato e vissuto a Poggibonsi, di avere 24 anni (tra poco 25, precisa) e alla domanda "com'è nata la tua passione per la pasticceria?", ci ha risposto: "La mia passione per la pasticciera è nata proprio guardando Bake Off durante una vacanza al mare a Follonica quando stavano trasmettendo per intero la seconda stagione dalla mattina alla sera ed è stata proprio la vittoria di Roberta Liso che mi fece dire 'cavolo guarda com’è felice, anch’io voglio essere felice come lei'. Collegai che 'felicità' e 'dolci' potevano andare di pari passo e quindi dal giorno dopo che vidi la finale della seconda stagione, iniziai pure io a fare dei dolci e inutile dire, purtroppo, che non me ne venne nemmeno uno (anche perché ho sempre voluto di fare testa mia e non mi piaceva minimamente seguire le ricette, fino a che non capii che erano fondamentali, e ci ho messo parecchio tempo a capirlo)".

Continua: "Non credo di aver ereditato questa passione da qualcuno. Mi ricordo che la mia nonna, da quel che posso ricordare, ha sempre fatto “la torta di mele” per quasi 20 anni e passa. E proprio per questo io non ne ho mai fatta una in tutta la mi vita se non sotto al tendone di Bake Off quest’anno. È vero però che mamma ha lavorato per diversi anni in cucina e io ho voluto frequentare l’istituto alberghiero perché effettivamente mi piaceva cucinare, anche se non era ciò che volevo fare da grande perché sin da quando ero alle elementari, il mio sogno era di diventare professore".

Gli abbiamo chiesto come si è iscritto al programma e se lo ha fatto lui o qualcun altro.

"Mi ricordo che era il 21 dicembre 2021 quando decisi 'Ale Bake Off 9 è finito poco fa, manda la candidatura che forse riesci'. Ho sempre voluto partecipare a Bake Off, ma purtroppo per via della scuola e dell’Università poi, ho sempre abbandonato l’idea aspettando che prima o poi avrei avuto pure io un po’ di tempo libero per fare ciò che mi piace davvero. E quel momento è arrivato subito dopo a braccetto con la stesura della tesi".

"La partecipazione in sé, è stata bellissima e molto stimolante, però appunto per via della tesi, e anche per il mio carattere, l’ho vissuta in modo molto stressante. Sono sempre stato un ragazzo che ha sempre creduto che ìdue cose insieme non si fanno, perché verrano male tutte e due' però quest’anno mi sono dato una spinta in più e ci ho provato. E se un tempo mi veniva da rimpiangere tutto ciò, adesso sono felice perché ce l’ho davvero fatta e tutto quello stress, ansia che avevo dentro, sono sicuro che la prossima volta non saranno così accentuate perché sono cresciuto in un qualche modo, sia grazie ai giudici e sia grazie ai miei amici sotto al tendone. E' un percorso dove cresci e ti cambia davvero la vita".

Un commento sui giudici, non poteva mancare...

"Sin dal primo giorno sono stati davvero bravi, anche la nuova entrata di Tommaso Foglia è stata un’aggiunta positiva, abbiamo imparato a conoscerci tutti assieme durante le puntate e non ho mai avuto un senso di disagio o imbarazzo nell’approcciarmi con loro… Ok, forse un po’ all’inizio, ma come è giusto che sia (anche perché tutto davanti a quelle telecamere mette agitazione ahahah)".

La prova più difficile qual'è stata?

"La prova più difficile è stata decisamente quella della nona puntata con le sfoglie. Stendere la pasta a mano è stato una cosa assai snervante e quel giorno credo di aver perso 4kg e aumentato la mia forza muscolare nelle braccia poco ma sicuro. È stata una prova più che altro molto impegnativa, anche la prova sorpresa con i 100 stuzzichini salati, davvero molto, molto difficile. Anche se, ora come ora, mi mancano da impazzire tutte che le rifarei molto volentieri, magari con un’ottica diversa e più a prenderla come gioco che come sfida".

"Non ho davvero molto ben preciso in testa dove mettere il mio ambito culinario. Vorrei e devo diventare un fantastico professore di inglese perché è ciò a cui punto come realizzazione di ambito lavorativo. Però non posso nemmeno negare che la pasticciera e la cucina hanno un forte impatto su di me che di certo non smetterò mai di seguire anche per imparare cose nuove. Mi piacerebbe però aprire una pasticceria anche se mi ci vedo più come commesso a chiacchierare coi clienti che a fare dolci, però è anche vero che il futuro cambia sempre da un momento all’altro e non vedo l’ora di scoprire cosa riserverà per me ogni giorno".

Ringraziamo Alessio e gli facciamo tanti auguri per i suoi progetti futuri. Ricordiamo che la semifinale è andata in onda ieri 25 novembre, mentre la finale sarà la settimana dopo ovvero il 2 dicembre 2022.

Sara Balugani

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Poggibonsi e l'orologio di Staggia

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 26 novembre 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su