Diba '70 shop San Gimignano

Chiusa la variante di Certaldo della sr429: ''Fatto il possibile per evitare i disagi''

La risposta ad Assotir Toscana parla di un intervento urgente e non programmabile

 CERTALDO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Non si fa attendere la risposta della Città Metropolitana di Firenze sulla nota stampa inviata mercoledì 3 agosto da parte di Assotir Toscana, che denuncia i disagi per gli autisti dei mezzi pesanti, a seguito della chiusura della variante di Certaldo della Sr 429.

“L’intervento è stato improvviso e necessario - spiega Riccardo Maurri, dirigente della direzione viabilità della Città Metropolitana - si è trattato infatti di una chiusura immediata, che non era assolutamente prevista e non poteva essere programmabile, come si evince anche dalla nostra nota del 2 agosto, quando, dopo un'ispezione approfondita, è stato deciso di eseguire lavori in somma urgenza”.

“Quanto alla possibilità di effettuare l’intervento su una sola corsia, con un senso unico alternato, o di svolgere i lavori di notte - specifica - i lavori e la rimozione dello stato di pregiudizio alla pubblica incolumità non possono essere eseguiti lasciando in esercizio la semi carreggiata interessata dal giunto deteriorato e non ancora sostituito. A maggior ragione considerando che la sostituzione di ciascun giunto avverrà in sequenza, senza alcuna soluzione di continuità e occupando l’intera larghezza della carreggiata anche per motivi di sicurezza. Per tali motivi non è neppure possibile rimettere in esercizio una semi carreggiata via via che i giunti verranno sostituiti”.

“Il motivo - aggiunge - per cui non è stato possibile utilizzare la SP64 quale percorso alternativo per i mezzi pesanti, neppure istituendo un senso unico alternato in corrispondenza della curva collocata in prossimità di Gambassi, è che essa ha un raggio di curvatura talmente piccolo che neppure un senso unico alternato avrebbe garantito l'eliminazione del rischio che un mezzo pesante particolarmente ingombrante potesse rimanere incastrato, così aggravando ancora di più la circolazione nella Valdelsa”.

Il consigliere delegato alla viabilità per l’Empolese Valdelsa della Città Metropolitana di Firenze sottolinea il dispiacere per il disagio che il tratto di strada chiuso provoca a tutti gli automobilisti e in particolare agli autisti di mezzi pesanti, ma si è trattato purtroppo di un intervento inatteso, visto l’ulteriore stato di degrado dei giunti dopo l’ultima ispezione fatta. Nel poco tempo a disposizione, lo stesso consigliere ha provato a porre tutte le questioni tecniche che Assotir pone e, quindi, a cercare di limitare i disagi. I tecnici gli hanno fornito tutte le spiegazioni sopra riportate, dalle quali risulta chiaro che non è stato possibile fare diversamente. Il consigliere precisa infine che è stato messo a disposizione molto personale in tutti gli incroci e un’informativa capillare per cercare di diminuire quelli che sono i disagi che purtroppo, inevitabilmente, ci sono per la chiusura di un’arteria così importante.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Ponte sull'Elsa, via libera per i lavori sulla rotatoria e l'allargamento del ponte

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 4 agosto 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su