Colle: 40enne pregiudicato irrompe nella casa dei vicini minacciandoli con due coltelli

L'uomo era uscito poco prima da casa sua impugnando due grossi coltelli da cucina e, dopo aver letteralmente sfondato la porta di un appartamento ubicato nello stesso condominio, aveva minacciato di morte le 5 persone che vi si trovavano all'interno. I ragazzi minacciati sono dei richiedenti asilo provenienti da Paesi centro africani, regolarmente domiciliati nell'appartamento e censiti dalle Autorità, i quali mentre stavano guardando tranquillamente la tv si sono visti spalancare la porta d’ingresso ed entrare T.D. armato di due coltelli che li ha minacciati di morte

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Un uomo di 40 anni T.D. cittadino rumeno, pregiudicato, da alcuni anni residente a Colle di Val d’Elsa, è stato arrestato ieri sera dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Poggibonsi, intervenuti unitamente a quelli di Colle, in un appartamento della centrale via Garibaldi.

L'uomo era uscito poco prima da casa sua impugnando due grossi coltelli da cucina e, dopo aver letteralmente sfondato la porta di un appartamento ubicato nello stesso condominio, aveva minacciato di morte le 5 persone che vi si trovavano all’interno.

I ragazzi minacciati sono dei richiedenti asilo provenienti da Paesi centro africani, regolarmente domiciliati nell’appartamento e censiti dalle Autorità, i quali mentre stavano guardando tranquillamente la tv si sono visti spalancare la porta d’ingresso ed entrare T.D. armato di due coltelli che li ha minacciati di morte.

L’immediata richiesta d’aiuto ai Carabinieri ha permesso ai militari di giungere rapidamente e in forze presso il condominio, dove è stato rintracciato l’uomo e sequestrati i due coltelli usati per minacciare i giovani.

«I motivi di tale assurdo gesto - fanno sapere i militari - sono probabilmente da ricondurre principalmente ad un uso smodato di alcol, anche se non si escludono motivi razziali».

L’uomo è stato arrestato e ristretto presso la camera di sicurezza dei Carabinieri di Poggibonsi, in quanto dovrà rispondere di Violazione di domicilio aggravata, violenza privata, minacce e porto abusivo di arma.

Pubblicato il 9 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su