Colle, bloccato l'autobus del liceo che sta per partire per la gita. Multata la ditta di trasporti

Gli agenti della Polizia Stradale hanno comunicato all'autista che con la lesione sul vetro non poteva partire. Lui ha contattato la sua ditta che, a quel punto, ne ha inviato un altro sostitutivo. Gli insegnanti, gli studenti e i genitori hanno assistito con interesse ai controlli fatti sul secondo bus, timorosi che pure quello non fosse in grado di viaggiare. Ma quando gli agenti hanno dato l’ok, tutti hanno tirato un sospiro di sollievo, scoppiando in un grido di gioia e accompagnandolo con un fragoroso applauso

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Trentadue studenti del Liceo Alessandro Volta di Colle di Val d'Elsa stavano per partire questa mattina in gita per Roma, diretti al Colosseo e ai Musei Vaticani, ma sono stati subito fermati dalla Polizia Stradale. Il motivo? Una crepa sul parabrezza dell'autobus, di cui i poliziotti della Stradale si sono prontamente accorti, dopo essere giunti in Viale dei Mille per verificare le condizioni del pullman, poiché sui viaggi d’istruzione nulla va lasciato al caso. 

Già nel 2015 infatti la Direzione centrale delle Specialità della Polizia di Stato e il MIUR hanno sottoscritto un protocollo, al fine di consentire agli studenti di viaggiare in sicurezza e ai familiari di attendere in serenità il loro rientro a casa.

Gli agenti hanno comunicato all'autista che con la lesione sul vetro non poteva partire. Lui ha contattato la sua ditta che, a quel punto, ne ha inviato un altro sostitutivo. 

Gli insegnanti, gli studenti e i genitori hanno assistito con interesse ai controlli fatti sul secondo bus, timorosi che pure quello non fosse in grado di viaggiare. Ma quando gli agenti hanno dato l’ok, tutti hanno tirato un sospiro di sollievo, scoppiando in un grido di gioia e accompagnandolo con un fragoroso applauso.

Non è stato altrettanto felice il titolare della ditta di trasporti, sanzionato per il vetro rotto dalla Polstrada che, a Sinalunga, ha pure intercettato un pullman di linea albanese, il cui autista percorreva un itinerario diverso da quello autorizzato. Lui per proseguire il viaggio sulla direttrice giusta ha dovuto pagare una multa di circa 1.500 euro e, ora, rischia anche la revoca della licenza.

Pubblicato il 8 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su