Diba '70 shop San Gimignano

Colle di Val d'Elsa: il Sonar e la sfida della rigenerazione con la nascita del nuovo parco verde urbano

Nato nei primissimi anni duemila da una ex fabbrica, il Sonar è stato un progetto di rigenerazione urbana ante-litteram

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Nato nei primissimi anni duemila da una ex fabbrica, il Sonar è stato un progetto di rigenerazione urbana ante-litteram, diventando fin da subito un polo attrattivo e di input creativo per intere generazioni, nonché una delle più importanti realtà nel panorama musicale.

Oggi, con l’aiuto di tutti, è possibile ripensare questo luogo e dargli nuova linfa, grazie anche alle opportunità del PNRR. Siamo infatti di fronte alla grande sfida, ambientale e sociale, di trasformare e ampliare l’Area Sonar in un vero e proprio parco urbano verde e luogo della prossimità per tutto il quartiere. E proprio in questa direzione sabato 24 settembre a partire dalle ore 10, l’Associazione Mosaico e l’Associazione LaGorà, con il supporto ed il patrocinio del Comune di Colle di Val d’Elsa, hanno organizzato una giornata dedicata alla scoperta di una nuova idea di Sonar, cercando di prendere ispirazione e dare continuità alla straordinaria esperienza del progetto ArchiFest 2020. La giornata di sabato 24 settembre inizierà con il laboratorio “Nuovi impulsi per il Sonar”, dalle ore 10 alle 17, gratuito e aperto a tutti i cittadini di tutte le età e alle associazioni.

Un laboratorio aperto e partecipato con la metodologia OST (Open Space Technology), nata dall’intuizione di Harrison Owen, che consente di esplorare e condividere soluzioni possibili che emergono dall’interazione diretta tra i partecipanti. In un clima informale, conviviale, aperto all’ascolto attivo e alla valorizzazione della diversità come ricchezza verranno creati dei gruppi di lavoro, nei quali ogni partecipante sarà libero di dare il proprio contributo. Per iscriversi al laboratorio: https://forms.gle/HUwxjFhXVezJJFcL9. L’Area del Sonar è inoltre da sempre strettamente collegata per la sua posizione al fiume Elsa, che scorre proprio accanto al parco della struttura. Per questo, una volta terminato il laboratorio, alle ore 17.00 l’Associazione LaGorà presenterà i risultati delle attività di monitoraggio del fiume Elsa. Quando fu creato, nel 2001, in occasione dell’iniziativa Arte all’arte dell’Associaizone Arte Continua, l’edificio stesso era stato oggetto di un’installazione artistica di Lori Cecchini che avvolgeva completamente le pareti interne. Il Sonar nasce, infatti come connubio tra arte visiva e musica.

Come centro artistico e culturale, al Sonar non mancherà infine un viaggio tra arte e musica. Dalle ore 18 l’Associazione Mosaico inaugura infatti la rassegna d’arte e musica Fuori Tutto / Tutto Fuori. Arte attuale e locale, fuori dagli schemi, in un luogo fuori dal circuito delle gallerie, con artisti fuori dai canali principali dell’arte. Ogni mostra sarà unita a un intervento musicale studiato per essere complementare alla mostra stessa: in un così importante luogo di cultura musicale, con una storia recente ricchissima di spunti di riflessione - su ogni genere di arte - nasce ora un nuovo nucleo di possibilità d’espressione e condivisione.

La prima mostra della rassegna è SMEMORABILIA, dell’artista Elena Marini, nella quale il mondo dell’infrasottile si mette in scena in un teatrino di scarti restaurati. “Oggetti contemporaneamente morti e vivi” - spiega l’artista Elena Marini - “sfuocati rispetto al presente, dove gli strappi e le crepe raccontano di colla, pinzette, bisturi, guanti, in un gioco continuo di trasparenze e fallimenti. Forme che sono finzioni, una falsa quotidianità popolata da figure sghembe, sporcate irrimediabilmente dal loro trascorso. Le riconosciamo ma non sono come le ricordiamo. Qualcosa però rimane del loro vissuto - e del nostro - nel loro essere rinate storte. La loro deviazione è la nostra”.

Dalle ore 22 “Concerto per chitarra esafonica” con Marco Bianciardi. Musicista, regista e produttore chiantigiano attualmente residente a Berlino, cantante e chitarrista della band The Somnambulist, un collettivo internazionale di musicisti col quale ha pubblicato album acclamati dalla critica musicale indipendente come "Moda Borderline" (2010), "Sophia Verloren" (2012), "Quantum Porn" (2017) e "Hypermnesiac" (2020). Dj set della serata a cura di AI LATI e ALESSIO NICCOLINI.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Festa per il 67esimo Anniversario del Circolo Acli ''Giorgio La Pira'' a Radicondoli

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 settembre 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su