Colle, festa con una soddisfazione in più per l'Auser: un nuovo mezzo e un nuovo defibrillatore

«Ogni anno organizziamo una festa, alla quale ognuno contribuisce portando qualcosa, ma questa volta proviamo una soddisfazione particolare - commenta il presidente Paolo Ciani -. Aumentare il livello dei servizi che possiamo dare alla comunità è il nostro faro, quindi queste due cose ci danno oggi l’orgoglio di portare ancora avanti la nostra attività»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Venerdì scorso, al centro Dirio Ciani in località La Badia a Colle di Val d’Elsa, l’Auser ha tenuto la solita merenda/cena annuale e nell’occasione ha presentato due “nuovi acquisti”, un automezzo attrezzato per il trasporto dei disabili e un defibrillatore, frutto del lavoro portato avanti nell’ambito dell’iniziativa “I progetti del cuore”.  

Sala gremita per la serata, alla quale hanno partecipato anche il consigliere regionale del Partito Democratico Simone Bezzini, il sindaco Paolo Canocchi e Michela Moretti, nella doppia veste, come lei stessa ammette, di assessore alle Pari Opportunità e ai Servizi ai cittadini e costante frequentatrice dell’associazione ormai da più di vent’anni (sua mamma Marcella è la vice presidente).

L’Auser colligiano, che raccoglie attorno a sé più di 100 iscritti, si occupa da sempre di sostenere le persone anziane di tutto il comune che hanno difficoltà fisiche e motorie, aiutando le famiglie a gestire gli spostamenti per le loro visite mediche e le attività giornaliere. Promuove inoltre una vita attiva, con gite organizzate alle terme o in altri luoghi d’interesse. Partecipa a iniziative come il corso di inglese per la terza età, organizzato in collaborazione con l’Istituto San Giovanni Bosco di Colle, e al progetto AFA (Attività Fisica Adattata) in palestra.

«Ogni anno organizziamo una festa, alla quale ognuno contribuisce portando qualcosa, ma questa volta proviamo una soddisfazione particolare - commenta il presidente Paolo Ciani -. Aumentare il livello dei servizi che possiamo dare alla comunità è il nostro faro, quindi queste due cose ci danno oggi l’orgoglio di portare ancora avanti la nostra attività».

Il defibrillare è stato acquistato grazie al generoso contributo della Banca di Cambiano, mentre il veicolo attrezzato con il sostegno delle attività commerciali di Colle e Monteriggioni. Si tratta del secondo mezzo a disposizione dell’associazione colligiana: il primo le era stato donato dall’Auser provinciale di Siena, con i soldi raccolti dal 5xMille.

Alessandra Angioletti

Pubblicato il 29 maggio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti