Bisniflex Poggibonsi showroom

Com'è che i giovani vedono il 25 aprile?

Promosso dai Comuni di Castelfiorentino, Colle di Val d’Elsa, Poggibonsi e San Gimignano (con il contributo della Banca di Cambiano) il concorso aveva quest’anno come tema specifico “Riflessioni nel 70° anniversario della Repubblica”, intendendo con ciò rendere omaggio in anticipo a questa importante ricorrenza (che sarà celebrata, come è noto, il 2 giugno prossimo) le cui radici sono indissolubilmente legate al periodo della Resistenza

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il 25 aprile e la Repubblica, la libertà e la democrazia attraverso un linguaggio moderno, adatto ai giovani. E’ questa la chiave del successo del Concorso “Come vedo il 25 aprile”, giunto all’8^ edizione e rivolto a studenti e giovani ANPI, le cui premiazioni si sono tenute stamani nell’Auditorium dell’Istituto “F. Enriques” di Castelfiorentino.

Promosso dai Comuni di Castelfiorentino, Colle di Val d’Elsa, Poggibonsi e San Gimignano (con il contributo della Banca di Cambiano) il concorso aveva quest’anno come tema specifico “Riflessioni nel 70° anniversario della Repubblica”, intendendo con ciò rendere omaggio in anticipo a questa importante ricorrenza (che sarà celebrata, come è noto, il 2 giugno prossimo) le cui radici sono indissolubilmente legate al periodo della Resistenza.

Al concorso, per il quale era possibile cimentarsi attraverso opere individuali o di gruppo (utilizzando a tal fine un approccio letterario, artistico, grafico, multimediale, gastronomico) sono state presentate 47 opere per un totale di 58 partecipanti, impegnando la Giuria in una rigorosa selezione.

Il premio come Vincitore assoluto del Concorso è stato assegnato a Tommaso Puccioni, studente della 4° A del Liceo Scientifico dell’Istituto Superiore “F. Enriques” di Castelfiorentino, autore di un cortometraggio in cui la parola “libertà” viene declinata in modo “smart”, alternando filmati d’epoca ai nuovi linguaggi di comunicazione, con una voce fuori campo che scandisce attimo per attimo questo dialogo generazionale tra passato e presente.

Vincitrice della sezione letteraria è risultata Ambra Bagnoli, della classe 1° A del Liceo Scientifico (Istituto Superiore “F. Enriques” di Castelfiorentino), che ha realizzato una poesia dal titolo “Ho visto”, mentre il premio della sezione artistico/grafica è stato assegnato a Virginia Brogi, classe 2° B del Tecnico Promozione Pubblicitaria (Istituto Superiore “F. Enriques” di Castelfiorentino). I giovani ANPI, rappresentati da Dario Benassi, hanno vinto il premio della sezione artistico/multimediale con un filmato girato presso la storica Villa di Montorsoli, dove si sono verificati alcuni episodi significativi della Resistenza a Castelfiorentino, mentre il premio per la sezione delle medie è andato a Vittorio Baldini, classe 3° B dell’Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi.

Secondo quanto previsto dal Regolamento del Concorso, oltre ai premi in denaro (400 euro per il vincitore assoluto, 150 euro ai vincitori delle singole sezioni) tutti i vincitori hanno ricevuto un biglietto gratuito per la stagione 2016/2017 del Teatro del Popolo di Castelfiorentino; a tutti i partecipanti è stato consegnato (oltre al biglietto per la stagione teatrale) un biglietto omaggio per il Museo Benozzo Gozzoli e per il Cinema “Monicelli”.

Sono intervenuti alla premiazione il dirigente scolastico dell’Istituto “F. Enriques”, prof.ssa Patrizia Paperetti, l’Assessore alla Scuola e Attività Educative, Francesca Giannì (che fra l’altro, oltre ad essere in passato allieva dell’Enriques, ha vinto ben 4 edizioni di questo concorso per la sezione “letteraria”) il presidente onorario ANPI di Castelfiorentino, Floriana Garosi, il dirigente dell’Istituto Comprensivo di Castelfiorentino, prof. Gerardo Di Fonzo. Per il Comune di Poggibonsi è intervenuto il consigliere Mauro Burresi, per la Banca di Cambiano Dario Lotti, per la Fondazione Teatro del Popolo Sergio Mazzini.

Pubblicato il 21 aprile 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su