Come diventare web designer: i requisiti necessari

La rivoluzione digitale ha modificato radicalmente non solo la quotidianità ma anche il mondo del lavoro, facendo emergere nuove figure professionali in grado, con le proprie competenze, di rispondere a specifiche esigenze di settore

 WEB DESIGNER
  • Condividi questo articolo:
  • j

È il caso, ad esempio, del web designer, uno dei profili più richiesti in ambito informatico; naturalmente, hanno maggiori possibilità di imporsi all’interno di un settore molto sviluppato ma altrettanto competitivo colori i quali possiedono requisiti ben precisi, acquisiti per mezzo di un adeguato percorso di formazione.

Cosa serve per diventare web designer

Al netto di una specifica formazione tecnica e professionale, un web designer deve essere contraddistinto da alcune prerogative di carattere personale. La prima è certamente la creatività, un presupposto fondamentale per qualsiasi professione che implichi processi creativi o trasformativi. Altro requisito è l’inventiva, ossia la capacità di pensare, sviluppare e implementare (mediante appositi strumenti) soluzioni innovative, in grado di rispondere in maniera adeguata a qualsiasi tipo di richiesta da parte della committenza.

Quali studi occorrono

Oltre ad una sorta di innata ‘predisposizione’ per le arti visive o per il design, un web designer deve possedere specifiche conoscenze tecnico professionali. Queste possono essere acquisite in vario modo ma, ai fini dell’inserimento in contesto lavorativo, è bene che siano ottenute tramite un percorso di studio e formazione ben mirato. A tal proposito, però, è necessario sottolineare come in Italia non esistano corsi laurea specifici per il Web Design ma, al massimo, esami singoli di informatica e grafica, afferenti a piani di studi anche molto lontani dall’ambito di competenza di un web designer.

Le altre competenze, invece, vanno acquisite per mezzo di appositi corsi di formazione; nello specifico, un buon web designer deve essere in grado di utilizzare le principali funzionalità dei principali software di elaborazione grafica (come, ad esempio, Photoshop) e quelli per lo sviluppo dei siti web. In aggiunta, è bene che abbia una solida conoscenza dei principali linguaggi di programmazione (HTML, CSS, Java Script e altri). In aggiunta, è utile che il web designer abbia qualche nozione anche dell’utilizzo e delle funzionalità fondamentali di WordPress, il CMS (sistema di gestione dei contenuti testuali e multimediali) più diffuso al mondo. A tale scopo, un corso di formazione specializzato come quello erogato dal portale www.puntonetformazione.net rappresenta un’ottima soluzione.

Oltre a tali competenze, di carattere prettamente tecnico, completano il profilo ideale di un web designer anche altre conoscenze, non strettamente legate allo sviluppo o all’organizzazione di un sito web. Fondamentale, per un web designer, è anche la conoscenza delle teorie di User Experience Design e delle tecniche del cosiddetto “Responsive Design”, requisiti indispensabili per rendere funzionale il sito e ottimizzare l’esperienza degli utenti.

Poiché la pubblicazione di un sito online ha quasi sempre scopi pubblicitari e/o promozionali (in relazione ad un prodotto, una categoria merceologica o un servizio specifico), lo sviluppo dell’architettura digitale deve risultare funzionale alla SEO (l’ottimizzazione per i motori di ricerca) ed ai principi del Digital Marketing; questi ultimi rappresentano due ambiti di competenza che un web designer non può non conoscere, anche in maniera parziale.

Di cosa si occupa un web designer?

La principale attività di un web designer consiste nella progettazione dell’interfaccia di un sito web, ossia la parte che, in gergo tecnico, viene definita “front-end” ed è visibile agli utenti del sito stesso durante la navigazione. Lo sviluppo dell’altra ‘metà’ del sito, quella non accessibile ai visitatori (“back end”) ricade, invece, tra gli oneri del web developer. Gli obiettivi primari del web design sono:

curare la comunicazione visiva del sito nei confronti degli utenti;

progettare l’interfaccia affinché la navigazione risulti semplice e fluida;

collaborare con gli altri professionisti (SEO specialist, social media manager e altri) per implementare le soluzioni più adatte alle esigenze del committente.

Potrebbe interessarti anche: Lavoro: le offerte del centro per l'impiego di Poggibonsi aggiornate al 19 settembre 2021

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 settembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su