Come viaggiare il mondo con la criptovaluta

E' l'era dei digital nomads, del lavoro da remoto e delle criptovalute. Ecco come realizzare il sogno di una vita: viaggiare senza mai fermarsi

 VIAGGIARE CON LA CRIPTOVALUTA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Viaggiare con la criptovaluta, nel 2021 è possibile

È possibile viaggiare il mondo e lavorare allo stesso tempo? Certo, si chiama “digital nomads” ed un metodo moderno per vedere il globo, ma lavorando da remoto. È possibile farlo con la criptovaluta? Nonostante i due mondi dei digital nomads e quello crypto si stiano ancora valutando, molti esempi di recenti viaggiatori confermano che è possibile farlo.

Secondo gli esperti di criptovalute di Paybis, questa non è un'utopia nel 2021. Questo è l'anno in cui le cose stanno cambiando ed evolvendo, anche a causa della pandemia. Lentamente, lentamente, i tipi di lavoro e i metodi tradizionali stanno scomparendo, lasciando il posto a un universo 100% digitale. In questa guida, riveliamo i segreti di come diventare un nomade digitale commerciando criptovalute. Poi potrete decidere se una tale vita è giusta per voi.

Investire in criptovalute per viaggiare

Partiamo dal mister viaggiatore e criptovaluta in persona: Vitalik Buterin, il co-fondatore di Ethereum. È un vero nomade, senza una residenza fissa. E un milionario, grazie al suo lavoro. Buterin passa due mesi in un posto, godendosi i locali e la vista. E la criptovaluta gli permette di pagare per i suoi pernottamenti online. Senza dubbio , l’impatto del Covid-19 ha avvicinato sempre più persona al mondo dei nomadi digitali e alle notizie su criptovalute. Il lavoro remoto è sempre più una realtà per molti e perché non passarlo viaggiando? È la stessa domanda che si è fatta la famiglia Taihuttu. Nel 2017, hanno scommesso tutto sulla criptovaluta e hanno deciso di comprare Bitcoin. Questa decisione coraggiosa ha permesso ai due genitori e ai loro tre figli di conoscere il mondo, grazie al crypto.

Da una famiglia a una viaggiatrice solitaria, come Gili Gershonok. Dopo aver deciso quale criptovaluta comprare, la giovane israeliana è partita, zaino in spalla. Tutto con monete digitali. “Ci sono tantissimi benefici nell’avere valute digitali invece di avere un conto bancario,” ha detto Gershonok a Forbes. Ha davvero ragione? Vediamo i pro e contro di fare i nomadi digitali con le monete digitali.

I benefici per i viaggiatori

Quando si viaggia molto, è necessario avere conti bancari flessibili e internazionali, per evitare commissioni o errori con gli istituti finanziari. Però, questo sta cambiando. Ecco perchè e quali sono i pro di viaggiare in questo modo:

Le criptovalute non conoscono frontiere e limiti dettati da governi. Non servono intermediari come le banche che sono soggette a crisi finanziarie o costi aggiuntivi per chi ha un conto aperto.

Acquistare Bitcoin o altre monete digitali permette di avere fondi che non sono soggetti a inflazione. Queste valute fanno e disfano il loro prezzo, indipendenti da inflazione.

Non ci sono problemi di liquidità. Infatti, i conti bancari possono presentare problemi quando un utente ha bisogno di risparmi. Con le valute digitali, questo non succede.

I pagamenti online, in completa sicurezza. Grazie alla tecnologia blockchain, usare criptovaluta per pagare dettagli come le stanze dell'hotel è sicuro. Nessuno può rintracciare i dati privati.

I risparmi, sempre al sicuro. Investire in criptovaluta significa usare un portafoglio digitali sia per fare trading che per immagazzinare le monete digitali in sicurezza. Così, non solo i pagamenti sono sicuri, ma anche i risparmi.

Le possibilità di diversificare gli investimenti e gli e-wallet. Le notizie di criptovalute riportano nuove monete ogni giorno, con un andamento positivo del mercato non solo per il Bitcoin, ma anche per gli altcoins. I nomadi digitali e gli investitori possono scegliere, senza doversi limitare a una valuta.

Ma è tutto oro quello che luccica? Senza dubbio, ci sono anche contro nel fare questa scelta.

Gli svantaggi

Il mondo digitale è pieno di opportunità. Però, non mancano gli svantaggi: Avere il contante non è sempre facile. Certo, esistono ATM crypto (nello specifico per Bitcoin), ma sono ancora pochi e non facili da accedere. Quindi, il crypto continua a essere un mondo online, ma a volte serve il contante quando si viaggia. Il valore bitcoin non è stabile. Fluttua tra alti e bassi, cambiando ogni giorno. Oggi il Bitcoin può essere il protagonista, domani può toccare ad Ethereum. Quindi, il valore dei tuoi risparmi può variare.

Fare trading di criptovalute significa avere somme di risparmi che fluttuano, come fluttua il prezzo. I siti che accettano pagamenti in crypto sono ancora limitati. Per cui, non è sempre facile ottenere quello che si cerca. I problemi di connessione. Senza Internet, è impossibile fare trading o avere accesso alla propria criptovaluta. In zone remote del mondo, la connessione non è sempre perfetta. Insomma, diventare nomadi digitali solo con l’uso di monete digitali è possibile. Così come è possibile comprare Bitcoin con la carta di credito. Prima di prendere questa decisione di vita, è importante analizzare i  benefici e gli svantaggi. Vale la pena? Se la risposta è sì, è ora di preparare la valigia.

Potrebbe interessarti anche: L'igiene ai tempi del Covid-19: migliorare le nostre abitudini personali sconfigge il virus

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 19 ottobre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su