Concerto lirico internazionale: gran finale per il 29° Tignano Festival

Sono tutti allievi di importanti accademie e istituti musicali, si cimentano in vari laboratori di studio e si immergono nella cultura locale. Un progetto di pace e incontro

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Domenica 24 luglio gran finale della 29ma edizione del Tignano Festival per l'Ambiente e l'Incontro tra i Popoli con la grande opera lirica. In programma scene e arie dalle opere liriche più popolari di Bizet, Cherubini, Donizetti, Gounot, Mozart, Puccini, Rossini, Tchaikovsky e Verdi. Protagonisti i giovani cantanti provenienti da tutto il mondo che indosseranno, durante le performance, particolari gioielli realizzati dagli allievi della Lao “Le Arti Orafe” di Firenze, main sponsor della settimana di studi e formazione.

È iniziata infatti domenica 17 luglio la quarta edizione di "In Canto Tignano", il workshop di canto lirico e recitazione d'opera, docenti il soprano tedesco Nicola Beller Carbone coadiuvata al piano dalla musical coach Beatrice Bartoli. Il regista e docente Marcelo Lombardero aveva fatto sapere dall’Argentina alcuni giorni fa che con grande dispiacere non sarebbe potuto essere presente per motivi di ordine personale. I corsi stanno comunque ormai volgendo al termine seguendo il programma annunciato.

Considerata anche questa edizione hanno partecipato studenti provenienti da paesi di tutto il mondo: Argentina, Belgio, Cile, Francia, Germania, Inghilterra, Islanda, Israele, Italia, Lussemburgo, Moldavia, Olanda, Russia, Spagna, Ucraina e Ungheria. Sono tutti allievi di importanti accademie e istituti musicali, si cimentano in vari laboratori di studio e si immergono nella cultura locale. Un progetto di pace e incontro tra i popoli che culminerà domenica con il concerto gratuito aperto al pubblico.

Il programma del workshop prevede contenuti complementari e innovativi rispetto ai corsi di studio dedicati prevalentemente all'approfondimento delle tecniche vocali. Il focus è sulla costruzione del personaggio nel teatro lirico contemporaneo, lavorando su recitativi di Mozart e su arie di libera scelta. Il teatro musicale moderno ha bisogno, infatti, di forti personalità dove l’atteggiamento mentale, la voce e il corpo formano un’unità integrata.

Nicola Beller Carbone

Nata in Germania e cresciuta in Spagna, ha studiato danza classica e arte drammatica a Saragoza, quindi canto lirico alla Scuola Superiore di Canto di Madrid. Dopo il contratto all’Opernstudio della Bayrische Staatsoper di Monaco di Baviera, ha iniziato la sua carriera come soprano nelle compagnie del Gärtnerplatztheater di Monaco e del Nationaltheater di Mannheim. Dal 2001 lavora come artista libera professionista. Dopo il successo ottenuto nella sua interpretazione di Salome, suo personaggio “di punta”, ha interpretato numerosi altri ruoli, soprattutto nell’ambito del repertorio lirico del Novecento, esibendosi sui principali palcoscenici internazionali.

Concerto finale, domenica 24 luglio ore 21.30 - Castello di Tignano – Ingresso libero
Interpreti: Chiara Chisu, Claudia Ciabattini, Denise Felsecker, Tamara Kalinkina, Florence Minon, Rocio Reyes Romero, Gabriele Spina,
Al pianoforte: Beatrice Bartoli
Moderatori: Nicola Beller Carbone, direzione artistica
Informazioni: www.tignano.it - facebook.com/TignanoFestivalAmbiente

Pubblicato il 22 luglio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su