Confindustria Toscana sud: al via supporto di comunicazione per dare un contributo a famiglie e studenti nella scelta delle superiori

Confindustria Toscana Sud mette in atto un articolato piano di comunicazione per essere vicino alle famiglie ed agli studenti nella delicata scelta delle scuole superiori. Mai come in questo travagliato momento storico la scuola è al centro di dibattiti sociali e politici

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

La pandemia ha stravolto il normale e fondamentale modus operandi delle scuole, ovviamente ci auguriamo che il prima possibile possa in tutto il paese essere ripristinato l’attività di insegnamento in presenza. Quest’ultimo aspetto è di vitale importanza, studenti e corpo docenti stanno facendo degli sforzi enormi per colmare il gap della presenza fisica grazie all’utilizzo della tecnologia, ma siamo ben consapevoli di come la scuola sia innanzitutto un’esperienza di vita e la vita vada vissuta senza barriere virtuali. Il futuro non si ferma mai, anche quando come in questi tempi è difficile immaginarlo, è importante nutrirlo di riflessioni e coraggio per fare le scelte su cui costruirlo. Su questo solco si concentra l’attività di comunicazione di Confindustria Toscana Sud che vuol essere partecipe dando un contributo a famiglie e studenti nella scelta di quale scuola affrontare. E’ una decisione importante e complessa, la base su cui i ragazzi devono guidare il loro volere deve partire dalle loro passioni ed interessi ed al contempo la raccolta di maggiori informazioni possibili su tutti gli aspetti coinvolti. Come Confindustria Toscana Sud vogliamo portare in questo campo l’esperienza di tutto il nostro staff che si occupa di formazione ed il mondo delle aziende che ricerca figure professionali da inserire nella loro attività. Tutto questo per dare degli spunti in più nella valutazione che famiglie e studenti devono svolgere.

Per fare questo abbiamo deciso di divulgare tramite i social un video messaggio che sintetizza questi aspetti, ci siamo messi a disposizione per dare il nostro contributo nell’attività di orientamento portata avanti dalle scuole, parteciperemo a dibattiti tv e web su queste tematiche. Un messaggio importante per noi da far conoscere è quello del cosiddetto mismatch, ovvero un forte disallineamento tra quello che le imprese richiedono, in termini di profili professionali, e quello che i giovani sono in grado di offrire. Questa situazione comporta da una parte un inaccettabile livello di disoccupazione giovanile, e dall’altra tanti posti di lavoro che rimangono vuoti. Pensate che circa il 40% della disoccupazione italiana deriva proprio da questo fenomeno. E’ inoltre importante sottolineare che le analisi effettuate dagli istituti che si occupano del mercato del lavoro prevedono che nel prossimo quadriennio 2020-2024 le professioni specialistiche e tecniche saranno le più ricercate e che le competenze che compongono tali professioni sono a prevalenza digital e green. Riteniamo quindi importante far conoscere agli studenti questi aspetti e le opportunità lavorative post diploma legate a settori tecnici di studio.

Interviene così anche Filippo Pecci neo Presidente dei Giovani Industriali della Delegazione di Siena: “Ritengo importante far sentire la mia voce in questo delicato campo. Far conoscere a studenti e famiglie i collegamenti tra mondo del lavoro e scuole superiori è una opportunità per meglio ponderare scelte e renderle più consapevoli. Molte aziende del nostro territorio sono alla ricerca di neo diplomati con specifiche competenze tecniche, questa è una opportunità da valutare e divulgare. Mondo della scuola e mondo dell’università devono sempre di più essere a contatto con il mondo delle imprese per creare sinergie positive per tutti, siamo qua per fare la nostra parte!”.

Potrebbe interessarti anche: Anziano muore schiacciato da un camion

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 gennaio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su