Coronavirus e scuola, le voci degli studenti

Dopo quasi un mese di lezioni continuano l'insicurezza e la paura di essere contagiati. Le interviste realizzate fuori dalle scuole colligiane di viale dei Mille

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Le classi chiudono una dopo l’altra senza tregua. Non è chiaro ai più il meccanismo di attesa del tampone, quarantena e via dicendo. Fatto sta che tra insegnanti ed intere classi, le scuole saranno presto dimezzate.

Gli studenti valdelsani sono tornati sui banchi dopo molti mesi, ma come si sentono oggi a neanche un mese dalla ripartenza? Abbiamo intervistato alcuni studenti dei plessi scolastici superiori di Colle di Val d’Elsa per avere le loro impressioni.

Una situazione ancora non molto sicura. E' questo quello che emerge da alcune delle dichiarazione fatte dagli studenti colligiani, intervistati proprio fuori da scuola."La paura c'è sempre, soprattutto perchè alcuni non rispettano le regole" oltre al rischio non tanto per loro stessi ma per la possibilità di contagiare i propri familiari. Ed è così che l ritorno a scuola, da tanto aspettato, getta per il momento alcune ombre su quella che è l'organizzazione sia all'interno sia all'esterno dei plessi scolastici. Un altro tema citato dai ragazzi è appunto quello del trasporto scolastico: su questo particolare argomento è intervenuto ieri sera il sindaco di Colle di Val d'Elsa Alessandro Donati per rassicurare le famiglie ed i ragazzi. 

Potrebbe interessarti anche: Un caso di coronavirus anche al Roncalli: classe e docenti in quarantena

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 7 ottobre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su